Turismo in vigna, un successo spumeggiante

Sono stati 80, provenienti da tutta Europa, con ospite d’onore il console generale della Federazione Russa a Genova Marat Pavlov, i partecipanti a Vino in Riviera, il contest che a Ortovero ha unito agricoltura e turismo portando i turisti nelle vigne per la vendemmia. Al centro del progetto “Turismo in Vigna” la sede staccata di Ortovero dell’Enoteca Regionale della Liguria, la rete d’impresa Viti In Riviera, i vigneti e rilevanze storico artistiche del piccolo centro della bassa Valle Arroscia, oltre alle eccellenze agroalimentari che hanno fatto da degna cornice alle attività di team building proposte dal format del Centro Studi sul Turismo dell’alberghiero F. Maria Giancardi di Alassio. I quattro team in gara si sono confrontati e sfidati sui “like” nelle piattaforme social, ma anche in vigna, in cucina e con le prove di sommellerie. Un straordinaria prova di squadra che ha schierato “in vigna” gli imprenditori turistici e quelli vitivinicoli di Alassio Fun & Outdoor e quelli di Viti in Riviera, con l’intento di dare, attraverso questo test, risposte concrete al tema della destagionalizzazione della nostra offerta turistica, troppo ancorata al segmento climatico-balneare.  

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…