Una raccolta fondi per ridare dignità al Teatro Ambra

Mario Mesiano

Ad aprire le erogazioni sono stati Mauro e Franco Zunino di Albenga con un contributo di 1.000 euro direttamente versato sul conto corrente appositamente  acceso dall’Associazione Culturale Teatro Ingaunia e con questa email annunciano la partecipazione e invitano i cittadini a sostenere le migliorie (bagni per disabili e camerini) al Teatro Ambra, nel centro storico di Albenga. Così Maria Gramaglia inizia l’articolo che pubblichiamo per difendere il Teatro Ambra.

 

“A teatroingaunia@libero.it. I fratelli Mauro G. e Franco M. Zunino desiderano promuovere e partecipare alla raccolta fondi finalizzata all’adeguamento dell’immobile Teatro Ambra di Albenga alle normative e comodità minime per degnamente accogliere i personaggi dello spettacolo, cultura, associazioni e sport che nel tempo si avvicenderanno sul palco, come già in passato. I Fratelli Zunino intendono con ciò anche onorare la memoria del loro nonno materno, Arnaldo deAgostini, impresario cinematografico e teatrale che nell’immediato dopoguerra sviluppò nel territorio genovese l’arrivo e la notorietà di generazioni di artisti teatrali, cantanti, compagnie di spettacolo. Il contributo che è offerto assomma ad € 1.000”.

 

“Questa è la mail che ci è stata inviata dallo Studio Zunino” dichiara Mario Mesiano, direttore del Teatro Ambra di Albenga “abbiamo accolto con molto entusiasmo la sensibilità dimostrata da Franco e Mauro Zunino nei confronti del nostro teatro cittadino, che sta cercando fondi per la realizzazione dei servizi per diversamente abili ed i camerini per gli artisti, è una cosa che ci fa ben sperare in una risposta della cittadinanza. Sono settant’anni che si cerca di realizzare questi lavori per migliorare la struttura, abbiamo già i progetti approvati e la scia firmata, manca solo il via ai lavori che inizieranno a metà Giugno e per questo confidiamo nel sostegno di chi vorrà partecipare a questo grande progetto. Ringrazio personalmente la famiglia Zunino per la dimostrazione d’interesse” continua Mesiano “Ricordiamo che la proprietà interverrà solo in parte sui costi della realizzazione lavori a fronte di una spesa di 35.000 + IVA. L’associazione Culturale Teatro Ingaunia già intervenne a suo tempo nel salvataggio del Teatro Ambra, esortandolo dalla chiusura definitiva con un rilevante  impegno economico, oggi, non potendo far fronte ad un ulteriore spesa, chiede il sostegno dei cittadini, delle varie associazioni che utilizzano il Teatro, degli Imprenditori e di tutti quelli che hanno a cuore le sorti dell’Ambra, intanto anticipo che venerdì 25 maggio alle 21, al Teatro Ambra, si svolgerà una serata, aperta a tutti, con ospiti d’eccezione che hanno sposato la causa”, conclude Mesiano

 

Un comunicato dell’Associazione   Culturale Teatro Ingaunia spiega che “l’associazione stessa  patrocina la realizzazione di lavori finalizzati all’adeguamento dell’immobile Teatro Ambra di Albenga alle normative igienico   sanitarie con la costruzione del bagno per disabili e alla costruzione di camerini al fine di accogliere degnamente coloro che si avvicendano sul palco del teatro e  questi lavori rappresentano una crescita, senza dubbio positiva, che richiede degli sforzi ulteriori rispetto a quelli, ENORMI, che già stiamo facendo. Stiamo quindi cercando il sostegno della cittadinanza affinché condivida la realizzazione di un sogno. Ogni singolo contributo di qualsiasi importo può essere un grande aiuto ed un riconoscimento degli sforzi che un gruppo di volonterosi sta facendo e sarà accolto con grande entusiasmo ed apprezzamento. Ringraziamo tutti dell’attenzione e invitiamo chi volesse aderire alla raccolta fondi a versare il contributo sul seguente IBAN IT 83 K 05584 49250 0000 0001 0794” conclude la nota stampa.

 

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...