A Vetrine d’artista di Savona espone Lilia Viriglio

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Per Vetrine d’artista, le mostre d’arte allestite nelle vetrine della sede di Banca Carige, ex Carisa, in Corso Italia a Savona, dal 4 dicembre al 4 gennaio espone Lilia Viriglio. A curare la mostra, come sempre,  Silvia Bottaro, presidente Associazione “Aiolfi” no profit, Savona e  critico d’arte.

Lilia Viriglio, nata a Mentone (Francia), dalla sua terra di origine si è lasciata influenzare e suggestionare per la luminosità dei   colori delle campagne della Provenza, quindi, dalla bellezza intensa di quella Terra. Dopo aver fatto l’insegnante di lingue per diversi anni, ora  si dedica a quella che, da sempre, è stata la sua grande passione “la pittura”. Si è diplomata  presso il Liceo Artistico Martini di Savona; ha  frequentato,  inoltre,  diversi corsi di tecniche pittoriche e di ceramica mettendo in luce una rara sensibilità personale.

I suoi esordi sono inerenti la tecnica del collage, dove i suoi personaggi (preferibilmente figure femminili) nascono senza volto. forse questa scelta di negare la propria fisionomia ha voluto  lasciare allo spettatore la facoltà di poter proiettare il proprio stato d’animo, facendo proprio, in tale maniera, il quadro. Nel corso degli anni l’artista si è dedicata  sia alla difficile e poetica tecnica dell’acquarello sia alla pittura a olio indagando paesaggi, animali (ora è la tigre la sua preferita).   Ha preso parte a diverse manifestazioni pittoriche e concorsi,  riscuotendo una positiva critica e vincendo diversi premi.  In questi ultimi anni ha esposto in varie città italiane e straniere:  Spotorno, Sissa (Parma), Alessandria, Sanremo, Roses (Spagna), Roquefort les Pins (Nice), Varazze, Millesimo, Roma, Napoli. Nel 2011 si è classificata prima nel vernissage “Il nomadismo e le grandi migrazioni”. Nel 2014 nel  Centro Cristallo Zentrum di Bolzano ha vinto il primo premio per la tecnica a olio nella rappresentazione della figura umana.

Silvia Bottaro

Immagine: Il lupo, olio su tela, cm. 30 x 50 ca.

 

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…