Vite in Riviera, le eccellenze del vino in mostra a Vinitaly

Vite in Riviera

“La Liguria del vino, in poco più di vent’anni, è arrivata ai vertici internazionali per la qualità. Un movimento in continua crescita, lo dimostrano le richieste per impiantare nuove vigne, purtroppo limitate ad un 1 per cento annuo dalle regole europee. E’ ai protagonisti di questa crescita che va il grazie di tutti, il vino, oggi, significa agricoltura, certamente, ma anche turismo, storia e cultura. Come assessore regionale all’Agricoltura non posso che cercare di contribuire in ogni modo alla crescita della Liguria del vino, compreso quello di aiutare il mondo del vino a fare promozione internazionale. E Vinitaly è, sicuramente, la vetrina migliore per promuovere le nostre eccellenze vitivinicole”: Stefano Mai, dà così la sua “benedizione” alla partecipazione della rete di impresa Vite in Riviera al prossimo Vinitaly, in programma a Verona dal 15 al 18 aprile.

La presentazione è avvenuta nella sede dell’Enoteca Regionale di Ortovero gestita da Vite in Riviera. Massimo Enrico, presidente di Vite in Riviera, parla di grande sfida perchè, per la prima volta: “non saremo ospitati nello stand della Regione e dell’Enoteca Regionale, ma in uno stand nostro, grazie all’impegno degli associati, ma soprattutto alla misura 3.2 del Programma di sviluppo rurale 2014-2020, che sostiene in maniera forte la promozione del territorio e dei prodotti liguri. Vite in Riviera avrà un intero spazio dedicato ai vini e agli olii del Ponente Ligure, che occuperà lo Stand D4 del Padiglione 12. Un impegno importante, in uno stand importante, con colori rilassanti e totem dove si spiegano vini, vitigni, sapori e territorio. Andiamo con ben 99 etichette per le nostre diverse doc e igp, con vini di altissima qualità e con prodotti come i patè per gli assaggi. Ci saranno, ovviamente, sommelier professionisti per raccontare i vini. Pigato, Vermentino, Ormeasco, Rossese di Dolceacqua, Rossese di campochiesa, Granaccia saranno i nostri ambasciatori del gusto ma anche dei paesaggi, del turismo, del territorio”.

Accanto alle degustazioni che i visitatori (lo scorso anno furono 128 mila provenienti da 48 nazioni) potranno gustare ai banconi dello stand, ci saranno eventi dedicati alla divulgazione dei vini e un convegno sui 30 anni della doc Riviera Ligure di Ponente. Eccoli di seguito:

 

Domenica 15 aprile 2018

orario 12-13

VIAGGIO ATTRAVERSO I VITIGNI DEL PONENTE LIGURE DEGUSTAZIONE PIGATO E VERMENTINO

Lunedì 16 aprile 2018

orario 12-13

VIAGGIO ATTRAVERSO I VITIGNI DEL PONENTE LIGURE DEGUSTAZIONE ORMEASCO E ROSSESE DOLCEACQUA

Martedì 17 aprile 2018

orario 12-13

VIAGGIO ATTRAVERSO I VITIGNI DEL PONENTE LIGURE DEGUSTAZIONE ROSSESE E GRANACCIA

Da domenica 15 a martedì 17 aprile 2018

orario 13-14

CONVEGNO:

I 30 ANNI DELLA DENOMINAZIONE “RIVIERA LIGURE DI PONENTE DOC”

 

Vite in Riviera, nata nell’ottobre 2015 con la sottoscrizione del Contratto di Rete, vede la Cooperativa Viticoltori Ingauni quale capofila e ben altre 24 aziende vitivinicole ed olivicole, ubicate tutte tra le provincie di Savona ed Imperia, con l’obiettivo di divulgare e promuovere i vini e gli oli liguri della Riviera di Ponente. Ed ecco le 25 aziende (producono i 2/3 del vino nel Ponente) aderenti alla Rete Vite in Riviera: A Maccia (Ranzo), Anfossi (Bastia d’Albenga), Arnasco (Arnasco), BioVio (Bastia), Bruna (Ranzo) Cantine Calleri (Salea d’Albenga), Feipu dei Massaretti (Bastia), Cascina Nirasca (Pieve), Cascina Praiè (Andora), Coop Olivicola (Arnasco), Durin (Ortovero), Enrico Dario (Bastia), Foresti (Camporosso), Guglierame (Pornassio), Innocenzo Turco (Quiliano), La vecchia cantina (Salea), Lombardi (Terzorio), Gracale (Sanremo), Poggio Gorleri (Diano Marina), Ramoino (Chiusavecchia), Sommariva (Albenga), Maffone (Pieve di Teco), Torre Pernice (Albenga), Vio Claudio (Vendone), Viticoltori ingauni (Ortovero).

 

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...