Alassio, incontro con Nadia Terranova con Un Autore per l’Europa

Martedì 23 luglio alle 18.30 sulla Terrazza del Diana Grand Hotel di Alassio segue altro appuntamento aperitivo in compagnia dell’autrice di uno dei 6 libri finalisti del Premio Alassio Centolibri “Un Autore per l’Europa”, Nadia Terranova, autrice di “Addio fantasmi”, edito da Einaudi. Quarto momento della kermesse estiva del Festival della Cultura di Alassio che culminerà il 7 settembre con la premiazione del vincitore. L’autrice incontrerà il pubblico la sera di martedì alle 21.30 nella Piazza del Comune condotta dalla voce di Alberto Beniscelli.

LA TRAMA

Gli occhi di una ragazzina, le orecchie di una ragazzina guardano, ascoltano, percepiscono la vita diversamente dagli occhi, le orecchie di un’adulta. Scegliete voi se “leggere” questa vicenda con gli occhi di una ragazzina o con gli occhi di un’adulta: in entrambi i casi sarà un’esperienza che non dimenticherete o che vi riporterà, più o meno, indietro nel tempo. Parlare di perdita, abbandono, scomparsa non è mai semplice, perché tutti, in un modo o nell’altro, siamo stati travolti da un evento del genere e ne abbiamo, o ne stiamo ancora, soffrendo al punto tale da condizionare la nostra quotidianità. In questo romanzo a raccontare l’abbandono è Ida, Ida donna. Lo racconta tra le pagine attraverso una serie di flash back che le fanno rivivere con dolcezza e dolore i momenti felici trascorsi con il padre e le fanno rivivere con incredulità e sofferenza i momenti trascorsi dopo la sua scomparsa. Bellissimo romanzo dalla scrittura chiara e diretta, romanzo che penetra nelle ossa e che, oltre a far sentire profumi e colori di Sicilia, scava nell’anima di tutti coloro che hanno affrontato una perdita, studia i comportamenti di tutti i protagonisti evidenziando con estrema precisione come età e ruoli siano determinanti nelle reazioni allo stesso evento. Un viaggio attraverso la percezione del dolore e dei suoi meccanismi di difesa, che spaziano dal rifiuto dell’accaduto all’egoismo, che ci crede unici detentori di un sentimento così grande e crudele. Un viaggio verso la speranza. Una lettura che ammalia, rapisce, commuove e che mette a nudo le nostre fragilità.

L’AUTRICE

Nadia Terranova è nata a Messina nel 1978 e vive a Roma. Ha pubblicato cinque libri per ragazzi tra cui “Bruno il bambino che imparò a volare”(Orecchio acerbo, 2012, illustrazioni di Ofra Amit, premio Napoli, premio Laura Orvieto), dedicato alla vita dello scrittore ebreo polacco Bruno Schulz, e “Le nuvole per terra”(Einaudi Ragazzi, 2015), un racconto di formazione sentimentale per preadolescenti e genitori. Ha esordito nel romanzo nel 2015 con “Gli anni al contrario”, storia d’amore di due ragazzi tra il 1977 e il 1989, definito da Roberto Saviano uno dei libri del 2015 e vincitore dei premi Bagutta Opera Prima, Brancati, Fiesole, Grotte della Gurfa. Collabora con diverse riviste. È tradotta in Francia, Spagna, Messico, Polonia e Lituania.

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...