A Balestrino la storica sagra con i piatti della tradizione ligure

Venerdì 2, sabato 3 e domenica 4 agosto tornerà a Balestrino, uno dei borghi più belli d’Italia, una nuova edizione della rinomata sagra enogastronomica. Protagonisti delle tre serate saranno i piatti tipici cucinati secondo le antiche tradizioni balestrinesi, specialtà pecora in umido e sughi “tuccu” e pesto e tante altri piatti tipici come il coniglio alla ligure, le torte salate e i dolci.

Verranno inoltre proposti i vini dell’azienda locale Berry and Berry che da tre generazioni coltiva il Pigato e il Vermentino nelle zone di Savona ed Imperia. Come ogni anno la cantina di Berry and Berry propone un tavolo Vip in cui si potranno assaporare direttamente in cantina i piatti preparati dalle massaie della Pro loco. Si può prenotare al  333/2805368. 

La sagra prenderà il via venerdì 2 agosto alle 19 con l’apertura degli stand gastronomici. Nel corso della serata il complesso “Sara & Marco” intratterra il pubblico con i più grandi successi della musica italiana. Sabato 3 agosto Balestrino ospiterà il complesso “Debora Sbarra” che allieterà il pubblico con momenti musicali che vedranno la fisarmonica protagonista indiscussa. Domenica 4 agosto suonerà l’orchestra “Laura Fiori” che proporrà un variegatissimo repertorio che andrà dai brani di musica latinoamericana, liscio, revival italiano e straniero, fino alle canzoni dialettali liguri, all’insegna della spensieratezza e per un intrattenimento a tutto tondo.

Durante le serate saranno visitabili il Catasto Napoleonico e la mostra di pittura “Viva le mani” di Cetty Bellomo e Palazzoni Maria Teresa, verrà inoltre allestito uno spazio dedicato ai bambini. Per questa edizione la sagra sarà toltalmente Plastic free, tutte le stoviglie usa e getta saranno compostabili. Enogastronomia, tradizioni, musica e cultura saranno quindi le protagoniste della storica sagra e pretesto per vedere Balestrino vestito a festa, in un progetto che coinvolge gli abitanti dello storico paese e accoglie curiosi e turisti alla scoperta dei piatti tipici e delle tradizioni dell’entroterra ligure. Posti al coperto in caso di maltempo.

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...