A Ceva il primo dei boot camp per i giovani della pallapugno

Lo sferisterio di Ceva ha accolto martedì 28 agosto il primo dei due boot camp del Centro tecnico federale, il polo d’eccellenza promosso dalla Fipap per la formazione tecnico-sportiva dei giovani atleti. L’attività del CTF 2.0 è sostenuta dalla FONDAZIONE CRC  e dalla SISCOM di Cervere.

 

Al primo boot camp hanno partecipato 22 ragazzi (foto a sinistra), scelti nelle prime cinque sedute del CTF 2.0 ad Andora, Alba, Cuneo, Cortemilia e San Biagio Mondovì: Luca Unnia, Alessandro Vacchetto, Cristian Tafani, Lorenzo Conterno, Andrea Michelotti e Lorenzo Fornasero (battitori); Pietro Macario, Matteo Cassighi, Tommaso Mattalia, Edoardo Franco e Andry Bianco (centrali); Matteo Mozzone, Luca Fenoglio, Andrea Gastaldi, Emanuele Cavallo e Lorenzo Nasca (terzini a muro); Daniele Reitano, Gabriele Merialdo, Tito Savi, Federico Devalle, Denny Ranieri e Pietro Rivella (terzini laterali).  

Dopo le varie valutazioni tecniche, fisiche e comportamentali dei quattro giudici Roberto Corino (responsabile CTF 2.0), Giuliano Bellanti, Domenico Raimondo e Luca Mangolini, accedono alla fase successiva nove atleti (foto a destra): Luca Unnia e Alessandro Vacchetto (battitori); Andry Bianco e Pietro Macario (centrali); Matteo Mozzone e Andrea Gastaldi (terzini a muro); Pietro Rivella, Tito Savi e Denny Ranieri (terzini laterali).

Intanto, sono convocati sempre nello sferisterio di Ceva, domenica 9 settembre, alle 15, gli altri atleti selezionati per il secondo boot camp: Filippo Rey, Giovanni Voglino, Pietro Bovetti, Andrea Giubergia, Davide Sicco, Giulio Cane e Alessandro Viola (battitori); Mattia Aimo, Michele Silvestro, Alessandro Serra, Yago Alonso e Gabriele Bianco (centrali); Alessia Gallo, Fabio Costa, Davide Oberto, Lorenzo Mellano, Davide Perfundi e Andrea Bertone (terzini a muro); Alessandro Barale, Tommaso Camperi, Kevin Mattiauda, Giuseppe Varelli e Zaccaria Re (terzini laterali).

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...