A Diano Marina ritorna Aromatica con grandi chef ed erbe di Liguria

A poco più di un mese dal via, inizia a prendere forma Aromatica, la rassegna dedicata a basilico, erbe e profumi del Ponente ligure, che torna alla ribalta, dopo sette anni, a Diano Marina e nel Golfo Dianese. La quinta edizione (le precedenti negli anni dispari tra il 2005 e il 2011) avrà luogo da sabato 28 aprile a martedì 1° maggio. Protagonisti saranno tutti i prodotti agricoli tipici del territorio, la Dieta Mediterranea e alcune eccellenze di province e regioni limitrofe, nonché le numerose produzioni, artigianali e non, che annoverano tra i loro ingredienti le erbe aromatiche.

Il cuore dell’evento, che intende celebrare il “2018, anno del cibo italiano”, sarà, per quattro intense giornate, l’accogliente isola pedonale di Diano Marina, un salotto che ospiterà gli espositori (attesa anche una rappresentanza di Diano d’Alba, Comune gemellato con Diano Marina), cooking show, conferenze, presentazioni di libri e street food. Tra gli chef che si esibiranno nella centralissima piazza del Comune ci sono anche tre “stellati” (Guida Michelin 2018), vale a dire Tano Simonato (ristorante “Tano passami l’olio”, Milano), Jumpei Kuroda (“I due buoi”, Alessandria) e l’alassino Massimo Viglietti (“Enoteca Achilli al Parlamento”, Roma). I tre chef saranno inoltre protagonisti di altrettante cene a 4 mani presso il ristorante La Femme di San Bartolomeo al mare, il cui chef, Roberto Rollino, sarà a sua volta uno di coloro che si esibiranno nell’apposita cucina.

Tra i testimonial dell’evento anche Federico Ferrero (medico chirurgo e giornalista, vincitore di Masterchef 3) e Paolo Massobrio (giornalista, grande esperto di enogastronomia, patron di Golosaria e di un paio di famose guide, di recente direttore artistico di Vinitaly in the City, a Verona) che sarà il moderatore del convegno, promosso dal Gal Riviera dei Fiori, che nella giornata di venerdì 27 farà da prologo ad Aromatica. Ferrero e Massobrio, oltre ad aver pubblicato diversi libri (nell’ultimo fortunato volume di Ferrero, “L’apericena non esiste”, ci sono anche diversi contributi di Massobrio), sono prestigiose firme della pagina tematica del giovedì sul quotidiano La Stampa, rispettivamente con le rubriche “Doctor Chef” e “In cantina”. L’elenco degli ospiti, di per sé già molto prestigioso, è destinato ulteriormente ad arricchirsi nei prossimi giorni.

Ricco è anche l’elenco delle iniziative collaterali, tramite le quali si intende coinvolgere e valorizzare tutto il comprensorio: passeggiate, escursioni e visite guidate alla scoperta dei borghi più caratteristici e dell’entroterra, aperitivi e cocktail a base di aromatiche, menù a tema nei ristoranti, raduno di confraternite enogastronomiche, spettacoli pomeridiani e serali. Per l’occasione sarà in funzione il Trenino del Golfo, normalmente disponibile solo in estate. In cartellone anche la presentazione di due particolari prodotti a base di erbe aromatiche, destinati a diventare testimonial del territorio.

Ad organizzare Aromatica 2018 è il Comune di Diano Marina, con il supporto operativo della propria partecipata Gestioni Municipali Spa e il coinvolgimento degli altri Comuni del Golfo Dianese, vale a dire Diano Arentino, Diano Castello, Diano San Pietro, Cervo, San Bartolomeo al mare e Villa Faraldi. L’iniziativa, che punta decisamente sulla qualità, ha ottenuto il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, della Regione Liguria, della Provincia di Imperia, della Camera di Commercio delle Riviere Liguri, dell’Associazione Città dell’Olio e Gal Riviera dei Fiori. Collaborano, in qualità di partner, Confcommercio e Federalberghi del Golfo Dianese, Coo.A.Di.

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...