A La Spezia nasce il gozzo Cinqueterre, in mare a costi contenuti

A un anno esatto dalla violenta mareggiata che ha colpito la Liguria, Yamaha rende omaggio alla tradizionale nautica di questa regione. Il gozzo ligure, simbolo di arte manifatturiera e storia, viene celebrato con il progetto del Cinqueterre empowered by Yamaha a cui la casa dei tre diapason dedica un emozionante video. Questo package è pensato per chi ha perso la propria barca durante il tragico avvenimento e rappresenta la scelta giusta per appassionati di pesca, per chi ama navigare lungo costa o trascorrere giornate sul mare con la famiglia e per chi al mare si avvicina per la prima volta.

Il gozzo ligure, usato un tempo da pescatori e da chi con le barche ci lavorava, è ancora oggi l’immagine più classica dell’andar per mare. È uno dei protagonisti della cosiddetta “piccola nautica”, ossia la nautica più genuina e verace. Quella di chi il mare lo vive con passione e rispetto navigando lungo costa o praticando una pesca di breve e medio raggio. E con un budget accessibile a tutti.

In Liguria, in particolare, questa imbarcazione è un simbolo. Il gozzo ligure è infatti la tradizionale e inconfondibile imbarcazione dalle linee arrotondate e con la pernaccia (il prolungamento della chiglia) a prua: la barca da pesca per definizione, la barca delle cartoline in bianco e nero. Amata e ammirata da tutti, un tempo presente su ogni spiaggia ligure con la prua rivolta al mare, sempre pronta a prendere il largo. Il gozzo è ancora oggi sinonimo di Liguria, è una barca che ha fatto navigare intere generazioni e che affascina anche quelle più moderne.

Yamaha e il cantiere ligure P.R. Mare hanno pensato a chi vuole navigare con un budget contenuto, a chi cerca l’essenzialità senza rinunciare alla qualità e all’affidabilità. Un package studiato per chi ha la passione della pesca, per chi ama andare alla scoperta di spiagge, coste, scogliere in fuga dalle spiagge affollate.

L’incontro fra Yamaha e P.R. Mare avviene dopo la mareggiata che l’anno passato ha devastato le coste e i porti liguri, trascinando con sé un’intera economia fatta di piccoli rimessaggi e cantieri. L’obiettivo è quello di supportare chi ha perso la propria imbarcazione ma al contempo sposa le esigenze di quegli appassionati di mare che cercano un package robusto, di facile manutenzione, all’insegna della praticità e della comodità.

Le caratteristiche

Con questi presupposti Yamaha e il cantiere spezino P.R. Mare di Ivan Rolla (che realizza gozzi, natanti per la pesca sportiva e imbarcazioni per la miticultura) lanciano il gozzo Cinqueterre 4.80 motorizzato Yamaha con una potenza tra i 6 e i 25 hp (quindi senza obbligo di patente).

Entry level della gamma, Cinqueterre 4.80 (4,80 metri di lunghezza per 1,80 di larghezza) è un gozzo planante realizzato in vetroresina con scafo autosvuotante e un gavone centrale con capacità di 2 metri cubi. È prevista una versione pontata fino a prua che può essere personalizzata in teak.

Grazie alle alette di planata la barca mantiene un assetto ottimale in tutte le andature.

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...