A Mendatica ritorna la tre giorni di festa della transumanza

Da venerdì 27 a domenica 29 settembre torna a Mendatica la Festa della Transumanza, rievocazione delle antiche tradizioni e delle memorie della vita pastorale.

Venerdì 27 settembre

Giornata didattica all’insegna della scoperta della tradizione: i bambini avranno la possibilità di osservare gli antichi mestieri e di vivere una giornata immersi nella quotidianità dei pastori e dei contadini di una volta. Imperdibile, alle ore 15, la discesa delle greggi per il centro storico del paese. Giornata aperta a tutti.

Quest’anno inoltre la festa continua con “La notte a pecora”: dalle ore 19 bar e cucina aperti e “Ambaradan” in concerto. A partire dalle ore 23 DjSet con Pit Mitchell.

Per l’intera giornata la Regione Liguria sarà presente con un infopoint dedicato alla divulgazione delle tematiche del Progetto di Cooperazione Transfrontaliera Interreg Alcotra “Pitem Biodivalp”, che affronta i temi della salvaguardia attiva della biodiversità attraverso lo sviluppo socio-economico sostenibile.

Sabato 28 settembre

Dalle ore 10 tradizionale Mercato di San Matteo; una volta vero e proprio mercato di scambio di merci e bestiame, oggi viene riproposto per valorizzare l’artigianato locale. Alle ore 15 avrà inizio il Corteo Storico che sfilerà tra i carruggi del paese; seguirà l’entusiasmante Palio delle Capre che, dopo una battaglia all’ultimo belato, decreterà la capra vincitrice. A partire dalle ore 19 “MH Band” in concerto.

Dalle ore 12 e dalle ore 19 la Pro Loco di Mendatica vi aspetta per gustare i famosi prodotti della Cucina Bianca.

Domenica 29 settembre

Alle ore 10 riaprirà il Mercato di San Matteo, con un’ampia varietà di prodotti eno-gastronomici e artigianali della valle. Il divertimento continuerà anche per i più piccini al campo sportivo. A partire dalle ore 12 la Pro Loco di Mendatica preparerà di nuovo il ricco menu della Cucina Bianca.

Info: Pro Loco Mendatica – iat@mendatica.com – Tel. 9183 38489/338 3045512

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...