A Rollo di Andora ritorna la suggestiva Festa delle Erbe

Ventesima edizione della Festa delle Erbe Aromatiche, Officinali e Antiche Piante a Rollo, frazione collinare di Andora, sabato 15 e domenica 16 giugno. “Siamo felici di aver riconosciuto il profumo delle piante di questi luoghi, di aver sperimentato la vicinanza al territorio, di aver creato stupore. Di aver incentivato la conoscenza e il valore delle semplici erbe aromatiche e officinali, di aver iniziato e realizzato un affascinante percorso di comunicazione ed amicizia con le persone e con le bellezze della natura. La Festa continua e ringrazia gli espositori, il pubblico, i collaboratori”, dicono a Rollo.

Il borgo di Rollo è un luogo che merita semplicità e gratitudine, perché incanta in ogni momento con i suoi silenzi e i suoi colori, le sue erbe e i suoi fiori. Il titolo della festa quest’anno è “Le erbe in movimento”.  Raccontano ancora a Rollo: “Giocare a nascondino. Da bimbi c’era un fascino speciale: l’attesa e l’ansia ragionate della ricerca, veloce e furba, attenta e silenziosa. Era un’impresa di coraggio la scoperta dei compagni nascosti, e infine salti e corsa di gioia a concludere sulla toppa. Era l’emozione delle cose nascoste e la gioia della scoperta. Il fascino di un segreto. La natura spesso gioca a nascondino e anzi le novità e le emozioni non finiscono mai. Quest’anno alla Festa delle erbe nel borgo, faremo esperienza delle scoperte semplici e inaspettate, quelle che si possono fare tutti i giorni nel verde che ci circonda. Poi di quelle straordinarie di chi studia profondamente le piante e quelle emozionanti di chi le ama. E di chi le utilizza come fonte ricchissima di risorse. Osserviamo fenomeni naturali come un gioco domestico che ci insegna ad amare le piante e il loro mondo ricco e speciale”.

Proseguono gli organizzatori: “L’argomento suggerito dalla festa delle erbe di quest’anno è “Le erbe in movimento”, è un gioco di osservazione e rivelazione, che ci invita a sperimentare, fa rinascere la curiosità e approfondisce le nostre conoscenze. In mostra ci saranno dalle piante aromatiche e officinali alle piante rare ed endemiche. Si parlerà di semi, di propagazione, della crescita, delle strade delle radici, delle rampicanti, delle spontanee, delle erbe edibili e di quelle velenose. E poi ci sono tanti esempi del lavoro delle piante, della furbizia delle erbe, della resistenza e dell’adattamento. Inesauribili spunti per l’uomo di idee, invenzioni e prodotti”.

Come è nata la “La festa delle erbe”

Anni fa un gruppo di amici del borgo ha scoperto di trovarsi ugualmente emozionati, camminando nel silenzio e nella bellezza della vegetazione e incantati lassù, in cima alla collina, davanti al panorama del mare. Così è nata la “Festa delle erbe aromatiche, officinali e antiche piante” per celebrare i tesori vegetali del territorio. La vegetazione della Liguria ha il fascino del profumo e del gusto. Così, dal 1999 a Rollo si svolge una mostra mercato, dedicata inizialmente solo alle essenze aromatiche. Poi negli anni, via via che l’argomento veniva approfondito sia dai soci dell’Associazione organizzatrice, che dagli espositori, furono scoperte mille altre piante ed erbe ad uso medicinale o mangerecce, provenienti un po’ da tutte le regioni d’Italia e anche dal mondo. Ad oggi, dopo vent’anni, la mostra è ricca di espositori, vivaisti, agricoltori, artigiani e creativi della natura. È un’occasione per parlare di coltivazioni, di vivaismo, di sostenibilità, di ambiente e turismo. Le conferenze sono molto seguite. L’atmosfera è rustica e spontanea. “Durante la Festa delle erbe, il profumo delle erbe aromatiche e delle rose si mischiano nella piazzetta, le spezie e la raffinatezza delle essenze profumate creano un’atmosfera speciale nell’uliveto. Il caldo fa esaltare l’odore dell’aglio e del rosmarino. Verde e colori, forme e sapori”. Arrivare nel borgo è affascinante, soprattutto per la semplicità del luogo e per il silenzio. Le case di Rollo anelano al paesaggio dalle finestre e dalle terrazze assolate verso l’orizzonte. Tutte le case hanno terrazze verso il mare, sono visioni private e piene di sentimento e lasciano libera l’immaginazione per un vivere sereno. Questo è l’aspetto monumentale del borgo, perché il paesaggio è un monumento naturale, limpido, chiaro.

I vicoli portano alla campagna e dalla campagna ai focolari, così venivano chiamate le antiche dimore dei contadini del borgo; c’è anche un palazzo nobiliare, la fortezza, la Chiesa, tutti simboli di una comunità che è stata presente nella storia sociale del territorio. Gli uliveti creano una cornice argentata, allineati fra i muretti a secco di una volta. I muretti e i pozzi sono i resti più veri della fatica degli abitanti vissuti qui nel tempo e segni di valore e insieme di preoccupazione per la gente di oggi che ne vedono anche l’abbandono.

Tutti gli abitanti, i villeggianti e i turisti quando salgono a Rollo hanno lo sguardo libero intorno e il passo lento fra le abitazioni orientate verso il mare, tutti sono aggrappati alla terra fra gli ulivi, ricchi di sole e di azzurro.

INFO

Sabato 15 Giugno dalle ore 14,00 alle ore 23,00

Domenica 16 Giugno dalle ore 9,00 alle ore 20,00

Il Ristoro sarà curato, con un menù tradizionale di cucina quotidiana, dalla Pro Loco di Andora, e con il pan fritto del Circolo Nautico di Andora

Servizio navetta dalla Piazza Mercato di Andora alla frazione di Rollo

Organizzazione e segreteria

Associazione “Amici della Festa delle Erbe” : 339 7233272

Ufficio Turismo e Cultura del Comune di Andora: 0182 68111

 

www.festadelleerbe.it – festaerberollo@hotmail.it    

www.comune.andora.sv.it

Facebook: “Festa delle erbe – Borgo di Rollo”

 

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...