A Sassello di parla di Wasa la Donda e delle streghe dell’entroterra

Un libro che parla di Sassello e di quel personaggio, tra leggenda e realtà, che fu Wasa la Donda. A qualche mese dall’uscita, ‘Terra di streghe’ assieme a ‘In viaggio con la strega’ viene presentato a Sassello domenica 25 agosto. L’appuntamento, a cura dell’Associazione culturale ‘Il segnalibro’, in collaborazione con il gruppo ‘Progetto streghe’, anticipa altri incontri previsti nell’entroterra savonese nel mese  di settembre.

La vicenda di Wasa la Donda si intreccia strettamente con la storia di Sassello. I tempi, i luoghi e alcuni dei personaggi sono veri, a partire dal condottiero genovese Branca Doria, un tipo così raccomandabile che Dante lo spedisce nell’Inferno della sua Divina Commedia quando è ancora vivo. Wasa, nell’immaginario popolare, è una strega, ‘usata’ dal padre, Enrico Dondo degli Infanti, per ammaliare commercianti e uomini d’arme che, dalla Riviera Ligure e da Genova in particolare, oltrepassavano il giogo di Sassello per portare avanti i loro traffici nella Pianura Padana. Nella storia ci sono boschi, preziosi per il legname che serve ai genovesi per fabbricare navi, ci sono pozioni magiche e legami amorosi. 

Da tutto questo materiale su Wasa, la strega di Sassello, vero o inventato,  Daria Pratesi nei primi anni 2000 ha scritto un un testo, diventato applaudito musical. E una parte del racconto è diventata parte integrante del libro ‘Terra di streghe’ pubblicato qualche mese fa e che, a cura dell’Associazione culturale ‘Il segnalibro’, viene presentato domenica 25 agosto, alle ore 18, in piazza Barbieri a Sassello. Un tuffo nel passato, con la storia che si rianima, attraverso gli interventi di coloro che quell’avventura umana hanno studiato. 

Il capitolo sulla strega di Sassello è una delle parti integranti del libro che, attraverso una serie di racconti, rilancia le molte cose che si sanno, o si immaginano, sulle streghe in quella parte di Liguria che sale da Albisola (il punto di partenza e il cuore della ricerca, attraverso il lavoro portato avanti nei corsi Unitre) e tocca le vallate dell’Erro e del Bormida. Al lavoro, di quasi 200 pagine, si affianca un’altra pubblicazione, ‘In viaggio con la strega’, che al racconto ‘on the road’ di tre ragazzi alla ricerca delle loro radici, affianca una serie di ricette che, a vario titolo, possono essere riferite alle streghe. Domenica 25 a Sassello hanno confermato la loro presenza alcuni dei 29 autori. Il tour del libro proseguirà, nel mese di settembre, in altre località dell’entroterra savonese.   

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...