Ad Alassio si cammina sulle acque…

Sandra Berriolo, amica, scrittrice, curiosa, storica, ha scritto per i nostri lettori di questa novità che si svolgerà ad Alassio il prossimo fine settimana.

Passeggiare nell’acqua, chi non lo ama? Tonifica, rilassa, toglie i pensieri. Passiamo ore in estate a passeggiare su e giù sulla battigia, schivando tentativi di castelli di sabbia o signore ben pasciute piantate in un punto che non si smuovono neppure se arrivasse l’Amerigo Vespucci. Bene, in Francia ne hanno fatto una disciplina sportiva e quei furboni di alassini l’hanno portata in Italia per primi.

Grazie alla volontà del CNAM (Circolo Nautico Al Mare) di Alassio si è creata una Sezione Escursionismo “Marcia Acquatica”. Cioè si sta all’umido fino all’ombelico e con l’aiuto di piccole pagaie si cammina spediti. Uno spasso. La scorsa estate all’alba davanti al profilo della Gallinara (perchè quelli di Alassio, si sa, senza la Gallinara non sanno come fare le foto) avreste potuto vedere un fila di persone marciare spedite lungo la costa. Infatti la disciplina si chiama Longe Cote, cioè persino chi non ama andare al largo può cimentarsi.

Sabato 20 ottobre dalle 9 del mattino, raduno in piazza Partigiani, ci sarà una gara internazionale proprio ad Alassio, con sportivi da ogni dove, pure dalla Francia dove ci sono Campioni e super esperti. Ma, e qui viene il bello, domenica mattina tutti noi potremo partecipare alla realizzazione della MEGA LONGE per battere il Record in Mediterraneo per numero di partecipanti.

  • A parte gli scherzi, questo sport nasce dalla ferrea volontà di una signora malata (ne parleremo la prossima volta) che, consigliata dai medici ha codificato quel che era già esistente: unire il beneficio dell’escursionismo con quello del mare.
  • Aiutiamo un giovane gruppo di volenterosi e appassionati a battere il Record, quindi. Iscriviamoci subito a:

https://www.helloasso.com/associations/longe-cote-mediterranee-international-french-waterwalking/evenements/alassio-international-french-water-walking

 

La vostra inviata vi aggiornerà presto.

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...