Ad Andora i Re Magi portano mortai e basilico per fare il pesto

Ad Andora i Re Magi portano basilico, aglio, pinoli e mortaio per fare il pesto. E’ l’originale presepe allestito sulla spiaggia andorese grazie alla matita di Moise e alla passione per il pesto di Marco Gagliolo, folletto che per tutta l’estate ha girato la Riviera con mortai e tutto l’occorrente per insegnare a fare il pesto ai bambini, turisti e residenti.

Presepedamare, è l’originale Presepe “on the beach”, inaugurato ad Andora,  piana produttrice del Basilico Genovese  D.O.P. , dove é stata ideata questa natività dedicata alla ricetta del pesto. La Natività sulla spiaggia è stata allestita dal Comune di Andora, in collaborazione con Creuza de Ma’ e Turtle Beach, ed è decisamente originale: c’è la Sacra Famiglia, naturalmente, mentre i Re Magi, portano al bambinello un mortaio, il basilico e gli ingredienti del pesto. A rendere omaggio a Gesù, ci sono anche i personaggi che nel corso dell’estate popolano  le spiagge: i bagnini, i bimbi con secchiello e paletta,  i surfisti, i vu cumprà, il pescatore, la Guardia Costiera, tutti disegnati dalla matita ironica di Moise. Le sagome, alte un metro  e mezzo circa, saranno protagoniste della spiaggia fino al 7 gennaio 2018 e illuminate anche di sera.

Un presepe, made in Andora,  che ha ricevuto la benedizione di don Stefano Caprile che ha apprezzato l’idea di Marco Gagliolo con cui hanno collaborato il Turtle Beach, Nadia Gagliolo, Elisa Marchesani, Giorgia Luise e Vincenzo Nocito per l’allestimento.

“Una bella idea quella di Marco Gagliolo, da sempre attivo per la promozione dei prodotti tipici locali e in particolare della vera ricetta del pesto.  L’abbiamo sostenuta con piacere ed  è stata realizzata con il contributo fondamentale di operatori turistici che lavorano per la valorizzazione del nostro territorio in ogni periodo dell’anno”, commenta il sindaco De Michelis..

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...