Al Galata Museo del Mare una nuova sala racconta l’evoluzione della Marina Mercantile dal dopoguerra ad oggi

Da martedì 19 novembre al Galata Museo del Mare sarà visibile una nuova sezione dedicata all’evoluzione della marina mercantile, dal dopoguerra ad oggi. Al 4 piano del Museo, dopo la sezione “Andrea Doria, la nave più bella del mondo”, i visitatori del Galata potranno scoprire come è cambiato il panorama portuale contemporaneo attraverso il nuovo allestimento realizzato dal Mu.MA grazie all’Associazione Promotori Musei del Mare onlus. La vetrina è dedicata in particolare a quattro attori protagonisti del mondo dello shipping: Coeclerici, d’Amico Società di Navigazione, Famiglia Marsano e Rimorchiatori Riuniti che hanno permesso di ricostruire questa evoluzione storica e di vedere le diverse tipologie di navi mercantili. La vetrina, parte del percorso museale, sarà visibile tutti i giorni da martedì a venerdì dalle 10 alle 18; sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 19.30. Per informazioni www.galatamuseodelmare.it

Per l’occasione alle ore 11 di martedì 19, davanti alla vetrina in cui sono visibili 5 modelli di navi che testimoniano l’evoluzione dei mezzi, del sistema logistico e dei porti, Lorenzo Banchero – Cavaliere del Lavoro e Presidente della Banchero e Costa – terrà una breve conferenza sulle navi liberty dal titolo “Armamento ieri”. Partecipazione gratuita. 

Saranno presenti Nicoletta Viziano Presidente del Mu.MA, Pierangelo Campodonico Direttore del Mu.MA, Mauro Iguera e Maurizio Daccà, Presidente e Vice Presidente dell’Associazione Promotori, Gregorio Gavarone della Rimorchiatori Riuniti e Ilaria Armani della d’Amico società di Navigazione.

La nuova vetrina, dedicata all’evoluzione della storia della marineria mercantile, è un approfondimento della Sala Armatori, realizzata al 3 piano del Museo e dedicata alla storia di Genova e del suo porto attraverso i suoi protagonisti: gli Armatori. Il progetto nato nel 2017 da una stretta collaborazione tra l’Istituzione Mu.MA e l’Associazione Promotori, coniuga innovazione, multimedialità, interattività, e scenografia con le storie della marineria e con le straordinarie vicende economiche ed umane delle famiglie di armatori. 18 modelli di navi tra mercantili e passeggeri; 4 filmati realizzati per raccontare alcuni momenti salienti a bordo del piroscafo quando armatori e politici decidevano il futuro della marineria e la ripresa dell’economia genovese, 2 videoproiezioni a tutta parete e la ricostruzione della plancia di comando di una nave mercantile con simulatore.

La Storia dell’evoluzione della Marina Mercantile, dal dopoguerra fino ai giorni nostri

Dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, la marina mercantile è protagonista di una vera rivoluzione dei mezzi di trasporto.

Il mercato globale spinge verso una razionalizzazione della logistica. Questa obbliga gli armatori a un processo di specializzazione. Così, le navi miste, che portavano passeggeri e merci contemporaneamente lasciano il posto a nuove navi. All’inizio queste navi erano destinate al trasporto di merci generiche, come le Liberty ship costruite durante la guerra (Golfo di Trieste). Successivamente le navi si divideranno in categorie, come lebulk carrier (o navi portarinfuse), adatte al trasporto di materie prime secche, come carbone, ferro, grano (Falcone, Golfo di Palermo), oppure in product tanker, per il trasporto di prodotti petroliferi raffinati e altri prodotti liquidi, quali olii vegetali e prodotti chimici (Cielo di Capri). Nel 1956, infine, debutterà il container che permetterà una forte velocizzazione delle operazioni di carico e scarico di beni, anche molto diversi tra loro. Presto si svilupperanno navi appositamente concepite per questo trasporto, le container carrier (RR America).

 

Modelli esposti all’interno della vetrina

  •       Mercantile Golfo di Trieste, Armatore Andrea Marsano

Anno di costruzione 1944, Cantieri Navali di Richmond VA (USA)

Lunghezza mt 134 Stazza tsl 14.425 Larghezza mt 17

 

  •       Portarinfuse Falcone, Armatore Coeclerici

Anno di costruzione 1957

Cantieri Navali Eriksbergs Mekaniske Verkstads, Göthenborg (Svezia)

Lunghezza mt 222,03 Larghezza mt 26,60 Stazza tsl 27.362

 

  •       Portarinfuse Golfo di Palermo, Armatore Andrea Marsano 

Anno di costruzione 1960 Cantiere Cantieri Navali Fincantieri, Genova-Sestri P. (Italia)

Lunghezza mt 174 Larghezza mt 21 Stazza tsl 12858

 

  •       Portacontainer RR America, Armatore Rimorchiatori Riuniti SPA

Anno di costruzione 2002, Cantieri Navali Nordseewerke, Emdem (Germania)

Lunghezza mt      201,05 Larghezza mt 29.8 Stazza tsl 25580 Velocità knts 21

 

  •       Chimichiera Petroliera M/T Cielo di Capri,Armatore d’Amico Tankers d.a.c.

Anno di costruzione 2016 Cantiere Navale Hyundai-Vinashin Shipyard Co., Ltd., Ninh Hoa (Vietnam) Lunghezza mt 184,26Larghezza mt 27,44 Altezza mt 17,60Tonnellaggio di portata lorda tpl (dwt) 39043Velocità massima nodi 14,5

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...