Al via le prevendite per il Festival teatrale di Verezzi

Si parte. Mentre continua il conto alla rovescia per l’inizio del 52° Festival di Borgio Verezzi (che comincerà la sera del 7 luglio con l’anteprima Le dive dello swing, protagonista il Trio Ladyvette), venerdì 22 si apre la biglietteria, situata in in viale Colombo, 47 a Borgio (019.610167 – biglietteria@comuneborgioverezzi.it) e osserverà, solo per il primo giorno, questo orario: 8.30-13.00 e 14.30-18.30. Dal 23 giugno al 6 luglio, la biglietteria sarà aperta da lunedì a sabato in orario 10.30–13.00 e 16.30-18.30. Dal 7 luglio apertura anche domenica con lo stesso orario (chiuso il 15 agosto). I biglietti, comunque, sono acquistabili anche nei giorni e nei luoghi in cui si svolgono gli spettacoli a partire dalle ore 20.30 e fino alle ore 21.45.

I prezzi. Primo settore (file fino alla P compresa): intero euro 29 – ridotto euro 26 (over 65/under 25); Secondo settore (file dalla Q alla Y): intero euro 25 – ridotto euro 23 (over 65/under 25). Ridottissimo euro 15 (ragazzi fino a 11 anni), muretti euro 24 senza distinzione di settore. Abbonamento a otto spettacoli: costo euro 184 (l’abbonamento è valido per le seguenti serate:  7 – 12 – 15 – 18 – 22 – 27 luglio – 1 e 5 agosto). Per gli Eventi Speciali nelle Grotte di Borgio: Debora’s Love – intero euro 18, ridotto euro 15 (over 65/under 25); Purgatorio – ingresso unico euro 15.

Ma quali sono le modalità di pagamento? In biglietteria e al botteghino: contanti, pagobancomat, assegno circolare. A distanza:  1) on line, con carta di credito: sul sito www.festivalverezzi.it alla sezione Biglietteria/Pagamento online; 2) bonifico su c/c bancario BCC Pianfei Rocca De’ Baldi intestato a Comune di Borgio Verezzi IBAN IT46K0875349320000120130678  (causale: SOLO il numero di prenotazione fornito dalla biglietteria e il cognome di chi ha effettuato la prenotazione).

Da venerdì 22 giugno, quindi, è possibile prenotare e/o acquistare  i biglietti di tutti gli spettacoli in cartellone, sia direttamente presso la biglietteria sia a distanza  (telefono, e-mail). Il pagamento dei biglietti prenotati deve avvenire entro 3 giorni lavorativi dal momento della prenotazione, pena la cancellazione della prenotazione effettuata. Il diritto di prelazione per gli abbonati della scorsa stagione decade sabato 30 giugno. I nuovi abbonamenti sono prenotabili a partire dal 22 giugno  telefonicamente o presso la biglietteria; i posti saranno assegnati e comunicati ai nuovi abbonati a partire da lunedì 2 luglio. Condizioni di vendita complete su www.festivalverezzi.it/condizioni-di-vendita/.

 

Questo il programma completo del 52° Festival: 7 luglio,  Le dive dello swing, con Ladyvette: Teresa Federico, Valentina Ruggeri, Francesca Nerozzi; 12-13-14 luglio: Il fu Mattia Pascal, con Pino Quartullo, prima nazionale; 15 luglio: La leggenda di Moby Dick, con Igor Chierici, Luca Cicolella e un gruppo di musicisti); 18-19-20 luglio: Quartet, con Paola Quattrini, Giovanna Ralli, Giuseppe Pambieri e Cochi Ponzoni, prima nazionale; 22 luglio: La scuola delle mogli, con Arturo Cirillo,  prima nazionale; 24 luglio: Il diario di Adamo ed Eva, con Barbara De Rossi e Francesco Branchetti,  prima nazionale; 27-28-29 luglio, Squalificati, con Stefania Rocca, prima nazionale; 1-2 agosto: Un autunno di fuoco, con Milena Vukotic e Maximilian Nisi, prima nazionale; 4 agosto: Debora’s Love con Debora Caprioglio (nelle grotte); 5-6-7 agosto, Alle 5 da me, con Gaia De Laurentiis e Ugo Dighero,  prima nazionale; 10-11 agosto, Casalinghi disperati con Max Pisu, Nicola Pistoia, Gianni Ferreri e Danilo Brugia, prima nazionale; 12-13-14-16 agosto: Purgatorio, con Miriam Mesturino e la Compagnia Uno sguardo dal palcoscenico, prima nazionale (nelle grotte, itinerante); 18-19 agosto, Non si uccidono così anche i cavalli?, con Giuseppe Zeno, prima nazionale.

Nelle foto: Piazza S. Agostino (foto L. Cerati), Stefania Rocca protagonista di Squalificati, i quattro interpreti di Quartet (Pambieri, Ponzoni, Quattrini, Ralli), il cast completo di Non si uccidono così anche i cavalli?

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...