Alassio, 1500 bottiglie aperte a Un Mare di Champagne

Mille presenze, oltre 1500 bottiglie stappate, due giorni in cui lo Champagne è stato protagonista indiscusso della kermesse alassina che da ormai sei anni incorona le bollicine francesi sovrane di Alassio per un week end. La VI edizione di Un Mare di Champagne ha superato ogni previsione. Complice una giornata limpida e piena di sole, la terrazza del Diana Grand Hotel si è riempita di appassionati, operatori del settore e giornalisti accorsi ad Alassio per degustare, conoscere e apprezzare il grande vino francese.

 

Commenta Barbara Porzio del Consorzio Macramé – Dire Fare Mangiare, responsabile della Segreteria Organizzativa e dei rapporti con le Maison che da sempre si occupa in prima persona dell’organizzazione di Un Mare di Champagne: “E’ stata senza dubbio l’edizione della svolta: Un Mare di Champagne è cresciuto ed è diventato grande! Non sono solo i numeri a testimoniarlo ma i contenuti stessi dell’evento: l’altissima qualità degli Champagne presenti, l’aumento esponenziale delle etichette presentate da ciascun produttore, i momenti di approfondimento grazie ai seminari tematici e un maggior coinvolgimento dei produttori attraverso interviste mirate condotte da grandi esperti del settore. L’obiettivo era quello di parlare di Champagne, non a caso l’hashtag di questa edizione a favore dei social è #parlamidichampagne. I visitatori di Un Mare di Champagne sono operatori del settore esperti e appassionati, desiderosi di degustare ma anche di conoscere, approfondire, scoprire e la VI edizione è stata più che mai luogo di incontro e confronto, degustando la bellezza di 1500 bottiglie nell’arco di 8 ore”.

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...