Alassio, chinotto di Savona e aromatiche in un cocktail analcolico ideato all’Alberghiero

Continua il progetto di valorizzazione delle aromatiche liguri tra il Centro Studi dell’Alberghiero di Alassio e Confagricoltura Savona, con la richiesta di inserire in De.Co. il cocktail analcolico che unisce due eccellenze del Ponente ligure: le aromatiche e il chinotto.

Il drink, ideato su indicazione del presidente di Confagricoltura Liguria Luca De Michelis dai giovani barmanebar lady dell’Alberghiero della Città del “Muretto” sotto la direzione della docente Stefania Violino, combina in modo sapiente il nettare e il frutto sciroppato di chinotto dell’azienda Pamparino di Finale Ligure: salvia, rosmarino, timo e timo al limone con effervescenza del ginger ale Fever –Tree. Una bevanda ottima come aperitivo e digestivo che, grazie aromatiche, svolge anche un’azione eupeptica.

“Questo comfort drink – commenta Luca De Michelis – racchiude in sé i saperi antichi della nostra agricoltura e un mix di sapori che merita il riconoscimento della denominazione comunale”. “Questa nuova sfida verso il riconoscimento De.CO. – sottolineano Monica Barbera e Franco Laureri del Centro Studi sul Turismo dell’Alberghiero di Alassio – consolida il legame tra la scuola e Confagricoltura, un’alleanza che ci ha già visti uniti nella valorizzazione delle eccellenze con la campagna di Spiagge Didattiche #aromidiliguria. Una collaborazione che ha raccolto importanti risultati nel campo della didattica e della formazione con il premio Eccellenze quando le migliori produzioni agroalimentari di Piemonte e Liguria si sono fuse nei piatti finalisti del X Memorial B. Marchiano”.

Il pestato ai profumi di Liguria è frutto delle sinergie tra scuola e territorio, grazie a Velier S.p.A. Genova e all’Azienda Agricola vivaistica Pamparino Vincenzo “Sensu” di Finale Ligure.

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...