Alassio, equinozio di primavera con i fiori da mangiare

Per l’equinozio di primavera, il 21 marzo, il pontile Bestoso si trasformerà in un laboratorio didattico per la presentazione dei fiori eduli, dalle sementi all’utilizzo in cucina. Protagonisti   gli alunni dell’Istituto Agrario di Albenga e i giovani chef dell’Istituto Alberghiero della “Città del Muretto”.

Un percorso del gusto che vedrà abbinare ai fiori di Viole, Tagete, Begonie, Nasturzio e Dalia i prodotti all’olio extravergine dello storico Frantoio Armato quali: patè di olive, creme  ai carciofi, all’aglio, ai capperi e ai pomodori, serviti sulla focaccia.

L’evento, sostenuto dalla neonata associazione Assoristobar, dal Frantoio Armato  e patrocinato dagli Assessorati al commercio e alle politiche scolastiche del Comune di Alassio, celebrerà così, a partire dalle 10,30 del mattino, l’equinozio di primavera donando a turisti e cittadini di Alassio alveoli con le diverse varietà di fiori commestibili, facendoli inoltre degustare in abbinamento con le salse tipiche liguri.

Il concept, ideato dal Centro Studi dell’Alberghiero e dalla Direzione dell’Istituto Agrario D. Aicardi di Albenga in collaborazione con il Centro di Sperimentazione e Assistenza Agricola di Albenga partner del progetto Antea, mette in luce le potenziali sinergie tra il distretto agricolo e florovivaistico dell’albenganese e la “capitale” del turismo del ponente savonese, con i suoi hotel, ristoranti e bar prestigiosi.

In quest’ottica s’inserisce la collaborazione con la nuova realtà associativa e il rilievo che l’Amministrazione comunale ha voluto dare all’evento con il patrocinio e l’utilizzo della straordinaria cornice del pontile che, per il primo giorno di primavera, vedrà i fiori eduli protagonisti nella “Baia del Sole”.

Come ha sottolineato la capofila del progetto, Dott. Barbara Ruffoni del CREA di Sanremo, “La principale mission del progetto Interreg Alcotra Antea è proprio quella di promuovere lo sviluppo della filiera transfrontaliera del fiore edule attraverso azioni di promozione e formazione dedicate alle piccole e medie imprese del territorio, proponendo modelli di sviluppo di business e nuove partnership tra mondo agricolo e settore turistico”.

Il progetto Antea è coordinato dai docenti Mariella Gaudenti Antonella Annitto, Gianluca Bico, Roberto Luciano, Stefania Violino, Massimo Rovere, Monica Barbera e Franco Laureri.

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...