Alassio, un convegno su enogastronomia e turismo

“Non un vero e proprio convegno, più che altro un confronto animato da alcuni dei più autorevoli referenti dell’enogastronomia locale e non”. Da Alassio Magazine, il city magazine della Città del Muretto, spiegano così l’appuntamento che si svolgerà giovedì 6 dicembre alle ore 10 presso l’Auditorium della Biblioteca Civica di Alassio con il Patrocinio del Comune di Alassio, dell’Istituto Alberghiero e di Coldiretti.

 

“Il food è sicuramente uno dei temi più seguiti sia a livello mediatico, sia per quanto attiene la scelta di mete per trascorrere il proprio tempo libero – prosegue Andrea Cenni, direttore editoriale della rivista, moderatore dell’incontro – di qui l’idea di riunire alcuni degli attori più attivi nel settore e creare un dibattito con l’obbiettivo di fornire strategie di messa a sistema delle numerose eccellenze presenti sul territorio”.

Al tavolo sarà presente Guido Barosio giornalista ed esperto di enogastronomia che illustrerà case history internazionali suggerendo modelli, modalità perseguibili per la realtà alassina. Giampiero Colli porterà la sua esperienza personale di ristoratore ma anche quella dell’organizzazione di uno street food di altissima qualità, “When We Were Kids”.

Lorenza Giudice, food blogger e food consultant tratterà di come rendere “appetibili” prodotti altrimenti “tristi” e come valorizzare anche esteticamente prodotti della tradizione creando nel food il coinvolgente effetto estetico.

Franco Laureri, responsabile del Centro Studi sul Turismo Istituto Alberghiero di Alassio relazionerà sul ruolo svolto in questi anni dall’Istituto Alberghiero e di come la presenza di questa realtà possa essere volano di promozione turistica.

Stefano Pezzini, giornalista, enogastronomo, ideatore e curatore del blog “Liguria e dintorni” e da sempre socio Slow Food, esporrà le esperienze dei presidi di Slow Food come elemento per costruire un prodotto turistico valido ed efficace.

Claudio Porchia, giornalista, enogastronomo e presidente dell’Associazione Ristoranti della Tavolozza commenterà il decalogo dell’accoglienza alla base di una corretta ricetta turistica: “Mangiar bene è importante, essere trattati bene lo è altrettanto”.

Barbara Porzio responsabile degli eventi del Consorzio Macramè porterà in tavola l’esperienza di Un Mare di Champagne e di #AlassioinBoll.

L’Assessore al Commercio e alle Frazioni, Fabio Macheda presenterà il progetto De.Co., l’iniziativa di salvaguardia e valorizzazione delle antiche ricette della tradizione locale. Su di esse, infatti, si accenderanno i riflettori nella mattinata di venerdì 7 dicembre, Sant’Ambrogio, quando in Piazza Matteotti prenderà il via la Prima Fiera De.Co Street Food.

“Un evento molto sentito – spiega lo stesso Macheda – che si è concretizzato grazie alla grande collaborazione di tutte le frazioni. E’ stato per me sorprendente scoprire quanta passione e orgoglio di appartenenza ad una comunità, ogni gruppo ha messo nel conservare nel tempo usi, costumi e ricette di un tempo”

L’occasione del convegno per consegnare ufficialmente a tutti i protagonisti del De.Co, in rappresentanza delle frazioni alassine, i grembiuli e i cappelli da chef che utilizzeranno nel corso della tre giorni di fiera.

 

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...