Albissola, un anno di successi per la Fabbrica Mazzotti G. 1903

Un anno importante quello che si è appena chiuso per la Fabbrica Mazzotti G. 1903 di Albissola ed uno, altrettanto importante, sarà il 2019 appena iniziato con nuovi progetti già in corso di realizzazione.

 

Spiegano alla fornace: “Da 115 anni lavoriamo l’argilla con la stessa passione di sempre: l’amore per il gran fuoco. Con gli stessi procedimenti lavorativi interamente manuali, ma anche con un occhio attento alle nuove tecnologie. Ci piace rispettare la tradizione, ma sempre con uno sguardo al futuro, ci piace essere proiettati ed immaginare nuovi scenari, anticipare il futuro per essere sempre pronti ed aggiornati, ma con i piedi ben piantati nella storia. Su queste premesse si fonda la nostra attività ed il principio – per noi fondamentale – che è la determinazione a sviluppare internamente la “fase progettuale” del lavoro. Prima di tanti altri la Mazzotti ha capito che lavorare con gli artisti è una risorsa in quando, questo confronto, è uno stimolo intellettuale vitale, ma parimenti la Mazzotti è sempre stata determinata a conservare in sé le “potenzialità del valore aggiunto” relativo al proprio lavoro”.

 

E aggiungono: “Con questa filosofia di base le nostre produzioni a firma Tullio Mazzotti, così come le collaborazioni con importanti protagonisti del mondo dell’arte e del design, hanno caratterizzato anche questo 2018 portandoci grandissime soddisfazioni, ecco un piccolo sunto di tutte le attività:

  • produzione negli stili tradizionali di Albisola, in particolare il rinomato e conosciuto Bianco e Blu o detto anche Antico Savona, monocromia seicentesca blu su sfondo bianco, senza tralasciare il Decòstile degli Anni Venti, ovvero il Liberty tradotto nella ceramica di Albisola.
  • le edizioni futuriste da disegno di Tullio Mazzotti, rifacimento della produzione storica degli Anni Trenta della manifattura Mazzotti
  • la produzione contemporanea di design, progetti e realizzazione di Tullio Mazzotti
    nonché la collaborazione con designer italiani e internazionali, produzioni ricercate, di grande pregio di autori come Giulio Iacchetti, Rolando Giovannini, Fabio Filiberti Alberto Podestà, solo per citarne alcuni
  • la linea Home con le BiCotte, coloratissime pentole in terracotta, una produzione aggiornata, ma sempre con lavorazione interamente manuale, delle famose stoviglie dell’Ottocento albisolese
  • la collaborazione con artisti, nella continuità di una tradizione secolare della manifattura, iniziata nel 1925 con il Movimento Futurista di Filippo Tommaso Marinetti, poi negli Anni Cinquanta con Lucio Fontana, Asger Jorn, Aligi Sassu, Enrico Baj, Sergio Dangelo, sino a Alfredo Sosabravo, Aurelio Caminati e nel corso del 2018: Enzo L’Acqua, Sandro Lorenzini, Alessandro Roma
  • sempre nel 2018 la produzione per aziende, con ceramiche realizzate su commissione: per Tonno Maruzzella Iginio Mazzola, azienda genovese fondata nel 1918, 300 piatti commemorativi per il loro centenario di attività, per Olio Santagata, altra azienda genovese fondata nel 1907, con oltre 1.300 bottiglie in ceramica, confezionate con un olio straordinario extra vergine di olive taggiasche, distribuite da COOP LIGURIA”.

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...