Anche Onzo accende i “balunetti” per festeggiare la Madre di Misericordia

Il  18 Marzo la Madre di Misericordia non si celebra solo a Savona e ad Ajaccio. Nel piccolo paese di Onzo, e precisamente a Varavo, c’è una Cappella custodita dal XV secolo dalla famiglia Arnaldi, e dalla metà del settecento dedicata alla Madonna di Misericordia.

Qui si trovano gli onzesi per il triduo a partire da ogni 15 marzo, qui ogni 18 si celebra la Festa, si canta quel Dio ti salvi che oltre ad essere l’antico inno alla Madre di Misericordia è l’inno della Nazione Corsa.

Anche qui, quest’anno, non si potrà celebrare questa ricorrenza, ma il Parroco di Onzo, il Canonico Italo Arrigoni, ha deciso di compiere un gesto simbolico e chiede a tutti i suoi parrocchiani (compresi quelli di Arnasco, Curenna e Vendone, che con Onzo condividono il Parroco) di esporre una luce, un “balunettu”). Portare luce in tempi bui serve comunque.

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...