Il berretto a sonagli di Pirandello al Teatro Sociale di Camogli

Il Teatro Sociale di Camogli ospita giovedì 16 novembre Il berretto a sonagli di Luigi Pirandello, diretto e interpretato da Sebastiano Lo Monaco con Maria Rosaria Carli, Claudio Mazzenga, Clelia Piscitello, Rosario Petix, Lina Bernardi, Maria Laura Caselli e la partecipazione di Gianna Giachetti. Un allestimento prodotto da Sicilia Teatro, Festival La Versiliana e Teatro Luigi Pirandello, in cui pianto e risate si alternano in armonia per raccontare la storia di un uomo che sfida ogni convenzione, accettando di spartire l’amore della propria donna con un altro.

“Commedia nata e non scritta”, così Pirandello ha definito la sua opera. Su questo pensiero Lo Monaco ha costruito una regia: viva e non scritta. Tutti gli attori in questo spettacolo hanno cercato di essere personaggi vivi e veri, più di noi che respiriamo, alternando pianto e riso durante tutto lo svolgimento del dramma. Il personaggio di Ciampa, apparentemente grottesco, è in realtà straziante, ma soprattutto è il più moderno degli eroi pirandelliani.

La commedia, che riprende le tematiche delle due novelle La verità (1912) e Certi obblighi (1912), venne scritta nell’agosto 1916 in lingua siciliana per l’attore Angelo Musco con il titolo ‘A birritta cu’ i ciancianeddi. In questa versione fu messa in scena per la prima volta dalla compagnia di Musco a Roma, al Teatro Nazionale, il 27 giugno 1917. Nell’estate del 1918 Pirandello terminò la versione in italiano che fu rappresentata il 15 dicembre 1923 al teatro Morgana di Roma.

Il “berretto” è la storia di un uomo che tradito dalla moglie accetta la condanna e la pena di spartire l’amore della propria donna con un altro uomo, pur di non perderla. Per tradizione questo personaggio è stato affrontato da attori alla fine della propria carriera, ad ogni modo avanti con gli anni. Questo travisava la forza drammatica di Ciampa, così eroico e pieno di umanità, una umanità silenziosa e astuta che gli da la forza di difendere la sua infelicità coniugale, contro la società ridicola di quel tempo. Un personaggio insomma apparentemente piccolo ma infinitamente grande.

 

Biglietti € 25,00 / € 18,00 – under 30 € 12,00 / under 18 € 6,00

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…