Bruno Madeddu

Sulla “500 di Elia” vorremmo salire noi del Circolo Fotografico San Giorgio per presentarvi un altro prestigioso giurato del 1° Photo contest digitale Nazionale “Città di Ceriale” a Patrocinio FIAF. Soprattutto vorremmo salirvi per andare lontano a fotografare, finalmente liberi da tutte le paure. Lo sguardo di Elia è lo sguardo dei sogni, delle emozioni, del desiderio. Per chi ha una certa età: la memoria di quando si aveva una gran voglia di non stare più solo ad osservare il mondo, ma di mettersi in gioco…o lo sguardo dei ricordi.

Quegli occhi rappresentano anche, in fondo, lo sguardo di Bruno Madeddu, grande fotografo e bianconerista di valore assoluto che ci ha regalato tante immagini di rara semplicità, forza, suggestione e profondità: capace come pochi di generare la magia degli elementi espressivi senza tanti artifici. Per queste sue capacità e per la sua produzione artistica, Bruno, poco prima dell’era covid, è stato Fotografo Ligure dell’Anno e la FIAF lo ha nominato “Insigne Fotografo  Italiano”: giusto riconoscimento per un autore che sa spaziare tra quasi tutto i linguaggi e i generi fotografici senza smarrire la sua cifra stilistica e la sua vena espressiva.
Bruno  MADEDDU, AFI- IFI- EFIAP/d2- Photo Club “Ricerca e proposta” di Dolzago (Lecco).
Paolo Tavaroli
Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...