Casa Museo Jorn apre alle opere di Alessandro Roma

Casa Museo Jorn apre la programmazione artistica autunnale con una sala dedicata all’intervento di Alessandro Roma (Milano 1977). “Alessandro Roma Process and Form” è curato da Luca Bochicchio e si aprirà sabato 7 ottobre alle 18,30, con letture di Emily Dickinson a cura di Matilde Garulla. La mostra ha il patrocinio del Comune di Albissola Marina e del MiC Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza. Il Museo Diffuso di Albissola Marina (di cui Casa Museo Jorn fa parte) è una rete museale pubblica che vede la straordinaria partecipazione di sedi e collezioni storiche private. Una di queste realtà, la manifattura ceramica Giuseppe Mazzotti 1903, ha aderito e contribuito a questo progetto, fornendo ad Alessandro Roma il supporto tecnico e materiale per la realizzazione di due sculture inedite.

 

Lo Studio di Jorn (una suggestiva stanza al primo piano di uno dei due antichi edifici che, insieme al giardino, componevano la residenza italiana dell’artista danese) ospita un’installazione frutto del più recente lavoro di contaminazione portato avanti da Roma in una serie di residenze che hanno toccato tre importanti città della ceramica italiane: Albissola, Faenza e Montelupo Fiorentino. A differenza di Faenza e Montelupo, dove Roma ha partecipato a specifici programmi di residenza (organizzati rispettivamente dal MiC, e dalla Fondazione Museo della Ceramica di Montelupo), ad Albissola l’artista è giunto nel lontano 2011 seguendo una tendenza che è oramai divenuta prassi: quella cioè inaugurata dagli artisti dell’avanguardia nei primi decenni del secolo scorso, i quali in modo spontaneo, sulla scorta di rapporti personali e del loro interesse per la ceramica, si recavano ad Albissola per produrre il proprio lavoro presso i laboratori e i forni degli artigiani e delle fabbriche locali.

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...