Casalinghi disperati sul palco di Verezzi

Un’altra “prima nazionale”, il 10 e 11 agosto, al 52° Festival teatrale Borgio Verezzi: alle 21,30 andrà in scena la divertente commedia “Casalinghi disperati”, di Cinzia Berni e Guido Polito, e della quale sono protagonisti Danilo Brugia, Gianni Ferreri, Nicola Pistoia, tutti al loro esordio sul palcoscenico di piazza Sant’Agostino, e Max Pisu, che ritorna dopo i successi di “Forbici e follia” e lo scorso anno di “Sabbie mobili”. La regia è di Diego Ruiz, che ha vinto di recente il Premio Persefone, le scene sono di Mauro Paradiso.

 

Quattro uomini, separati e piuttosto al verde, si dividono un appartamento districandosi tra faccende domestiche, spese al supermercato e una difficile convivenza. I quattro “casalinghi disperati” potrebbero anche riuscire a trovare un equilibrio, se non fosse per il rapporto con le rispettive ex mogli che comunque continua a condizionare le loro vite. C’è chi vorrebbe riconquistare la propria compagna a tutti i costi, chi ormai ci ha rinunciato, chi considera la separazione una vera e propria salvezza…

Spiega Ruiz: “Goffi, fragili e con i nervi a fior di pelle, cercano almeno di essere padri esemplari, pur se lontani dai loro figli, tentando in qualche modo di non soccombere alle ingiustizie della vita”. La commedia è frizzante e coinvolgente, un ritratto scanzonato di una realtà sociale più volte agli onori della cronaca. Uno spettacolo esilarante che, con sguardo attento e sensibile, affronta tematiche importanti in cui tante persone, troppe, si possono riconoscere.

Il Festival si avvierà poi verso la conclusione con gli ultimi due appuntamenti: il primo, sempre in prima nazionale, sarà un evento speciale,il 12-13-14-16 agosto, nelle Grotte di Borgio, sarà il “Purgatorio” di Dante, con Miriam Mesturino, Manuel Signorelli, Davide Diamanti e la Compagnia Uno sguardo dal palcoscenico di Cairo Montenotte, diretta dal regista Silvio Eiraldi; e il secondo, quello con il quale calerà il sipario, il 18 e 19 agosto, con la decima prima nazionale, “Non si uccidono così anche i cavalli”, dal romanzo di Horace Mc Coy, con Giuseppe Zeno, Sara Valerio, la compagnia di “Le bal” e la band Piji Electroswing Project, che eseguirà musiche live: il tutto per la regia di Giancarlo Fares.

La biglietteria in viale Colombo 47 (tel. 019-610167) è aperta tutti i giorni, compresa la domenica, in orario 10,30-13 e 16,30-18,30. I biglietti sono in vendita anche nei giorni di spettacolo al botteghino di Verezzi dalle 20.30 alle 21.45. I prezzi: primo settore (file fino alla P compresa): intero 29 euro, ridotto 26 (over 65/under 25); secondo settore (file dalla Q alla Y): intero 25 euro-ridotto 23 (over 65/under 25); ridottissimo 15 euro (ragazzi fino a 11 anni); muretti 24 euro, senza distinzione di settore. Servizio di bus navetta ogni sera di spettacolo al costo di 1 euro a tratta, con partenza dal Teatro Gassman (orario 19.15–19.45–20.10–20.30) e ritorno da Verezzi (prima corsa 10 minuti dopo il termine dello spettacolo;  tre corse a seguire a circa 20 minuti una dall’altra).

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...