Concertando tra i Leoni di Albenga

Ritorna la XIII rassegna musicale «Concertando tra i Leoni», organizzata dalla sezione Ucai di Albenga-Imperia, in collaborazione con la Curia vescovile e il comune di Albenga, la Regione Liguria e il quotidiano cattolico “Avvenire”. L’iniziativa si svolgerà nella suggestiva piazzetta dei Leoni, a fianco della cattedrale romanica e delle antiche torri, emblemi della Città. Si incomincia, venerdì 18 agosto, alle 21.15, come nelle altre serate, con il “Duo Soprano e Pianoforte” di Angelica Cirillo e Luigi Stillo. I due artisti presentano un singolare e impegnato programma di autori importanti, da Verdi, Puccini e Mascagni a Tosti, Weill, Lara, Consuelo Velazques, fino all’Andrea Chenier rivisto da Giordano e a Edith Piaf e Marguerite Mannote.Sabato 19 agosto il cartellone prevede musiche di Mendelssohn, Finzi, Bartok, Milhaud e Poulenc, che vengono eseguite da Maurizio Morganti, clarinetto e Alessandro Gagliardi, pianoforte. Ma il momento clou de concerti, sarà la rassegna di domenica 20 agosto, dedicata al tango. Introdurranno nella rassegna il Trio composto da Giovanni Sardo, violino, Sergio Scappini, fisarmonica e Michele Fedrigotti, pianoforte. I musicisti eseguiranno musiche di Piazzolla, Gardel, De Dios, Arroyo, Bauer, Sanders, Greco, Rodriguez e Scappini. Durante la serata, sarà inoltre consegnato il «Premio dei Leoni», alla scrittrice di successo, Cristina Rava, che in questi anni ha saputo portare a conoscenza, nelle pagine dei suoi romanzi, il territorio ingauno e la città di Albenga. Il Premio, coniato con l’effige della piazzetta dei Leoni e il logo dell’Ucai, è stato creato dalla scultrice savonese, Delia Zucchi. 

A latere dei concerti il pubblico potrà inoltre visitare la mostra collettiva di alcuni pittori dell’Ucai, i quali, in sintonia con l’autrice premiata, hanno voluto disegnare «Albenga e i suoi angoli più belli». La serata conclusiva sarà presentata da Roberta Moschella.

 

Questo il programma di venerdì 18 agosto:

 Angelica Cirillo, soprano, Luigi Stillo, pianoforte

 

F. P. Tosti: A Vucchella – Marechiare

K. Weill: Youkly

E. Piaf – M. Mannote: Hmne à l’amour

A. Lara: Granada

Consuelo Velazques: Besame Mucho

G. Puccini: Intermezzo Manon Lescaut

G. Verdi: da Macbeth: Nel dì della Vittoria, Vieni t’affretta – Surta è la notte, Emani involami

A. Chenier, di U. Giordano: La mamma morta

P. Mascagni: da Cavalleria Rusticana: Intermezzo – Voi lo sapete, o mamma

ANGELICA CIRILLO 

Soprano lirico di agilità, intraprende lo studio del canto lirico con il soprano Josella Ligi, perfezionandosi in seguito con i M° O. Garaventa, L. Maragliano, R. Servile. Frequenta l’Accademia Ducale di Genova nella classe del M° Roberto Negri e interpretazione e stile dell’opera con il M° Balderi ,M° Angiolina Sensale. Debutta nel Rigoletto di G, Verdi per poi affrontare i ruoli di Zerlina, Donna Elvira. (Don Giovanni) Violetta (Traviata), Musetta e Mimì (Bohème), Liù (Turandot) , Floria Tosca (Tosca), Suor Angelica (Suor Angelica), Anna Glawari (Vedova Allegra)Nedda (Pagliacci).Si aggiudica il primo posto nella sez. Lirica al prestigioso “IBLA Arward Competition” presidente giuria M° Abbado. La sua voce scura e molto duttile le permette di affrontare un vasto repertorio che spazia dalla musica Sacra , da Camera, Opera, Operetta e Musical. Molto intensa è la sua attività concertistica sia in tutta Italia che all’estero si esibisce in Germania, Francia, Principato di Monaco, Svizzera, Nord e Sud Carolina, Virginia,, Arkansas, New York. (Carnegie Hall), Opera di Montecarlo, Nizza. E’ regolarmente invitata in festival Nazionali ed Internazionali .

LUIGI STLLO

Si è diplomato a soli 19 anni in Pianoforte e a 21 in Clavicembalo, diplomi entrambi conseguiti con il massimo dei voti e la lode. Sin da giovanissimo ha intrapreso, unitamente alla attività didattica, una brillante carriera concertistica che lo ha portato ad esibirsi da solista, solista con orchestra, e in svariate formazioni cameristiche (duo con il violino, violoncello, flauto, tromba, trio con violino e violoncello. clavicembalista in orchestra da camera, esibendosi per le più prestigiose Associazioni concertistiche italiane con illustri musicisti, mentre ha al suo attivo numerose collaborazioni con varie orchestre sinfoniche e da camera, in qualità di pianista e cembalista. Ha al suo attivo numerose incisioni per etichette discografiche e registrazioni televisive. Ha lavorato in qualità di Maestro collaboratore e Sostituto presso il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto e presso il Teatro Rendano di Cosenza oltre ad essere stato pianista assistente del celebre tenore Carlo Bergonzi presso l’«Accademia Verdiana» di Busseto (Parma) da lui diretta. E’ docente titolare di Pianoforte presso il Conservatorio di Musica “S. Giacomantonio” di Cosenza e Presidente dell’Associazione Musicale “Orfeo Stillo”.

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...