Concerto all’Alba a Salea d’Albenga

Mercoledì 8 agosto, alle 5.45 (sì, avete letto bene, prima che sorga il sole),  sul sagrato della Chiesa di S. Giacomo Maggiore a Salea d’Albenga si svolgerà l’ormai tradizionale Concerto all’Alba. Uno spettacolo straordinariamente suggestivo, che unendo musica e natura conduce il pubblico fino al magico momento del passaggio dalla notte al giorno,  e fino al sorgere del sole.

  Organizzato dall’assessorato al Turismo del Comune di Albenga e dall’Associazione Cameristica di Varese, con la direzione artistica del soprano Anna Maria Ottazzi,  è certamente un evento particolare. Saranno i brani di Arlen, Boccherini, Borodin, Beethoven, Gade, Gardel, Gerswhin, Miller, Morricone, Piazzolla, ed altri ancora, ad accompagnare prima  l’attesa del sorgere del Sole, e poi la sua nascita meravigliosamente esplosiva, in una cornice assolutamente magnifica come il sagrato della Chiesa di Salea d’Albenga. Dopo il concerto, lo staff di MuSicALEA offrirà una piacevole colazione “ligure” con vista sul panorama mozzafiato della valle.

Protagonista del concerto Il quartetto “Fortissimo ensemble”, nato nel 2017 dall’unione di quattro musicisti provenienti da esperienze nazionali e internazionali di alto profilo. Olesya Rusina, violino, Laura  Sillitti, violino, Daniele Guerci, viola, Kim Schiffo, violoncello, arrivano dalla formazione nelle migliori accademie italiane ed estere, quali Fiesole, Accademia del Teatro alla Scala, Mozarteum di Salisburgo, Lynn University (USA), con insegnanti del calibro di J. Goritzki, R. Goebel, F. Manara, S. Braconi, C. Cole e G. Figaro. Hanno tutti decennale esperienza in orchestre come la Sinfonica Nazionale della Rai, il Teatro Regio di Torino, la Filarmonica “Arturo Toscanini”, il Teatro Carlo Felice, l’ Orchestra “Haydn” di Bolzano, la Palm Beach Symphony, l’Atlantic Classical Orchestra.                                                                                                                               Quello che caratterizza Fortissimo ensemble è la grande duttilità di repertorio, arrivando, ogni componente, da esperienze solistiche e cameristiche nei diversi generi musicali, con collaborazioni con artisti di fama internazionale (Natalie Cole, Luis Bakalov, Giampiero Reverberi e “Rondò Veneziano”, Vittorio de Scalzi e la “Storia dei new Trolls”,….). E’ poi da segnalare la vasta produzione discografica e di colonne sonore, in particolare dei compositori genovesi “Aldo e Pivio” (più di 40 tra film e Serie Tv).

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...