Da Genova parte l’Arca per difendere l’agroalimentare ligure

Una mucca al timone, a poppa alberi da frutto, castagni dei nostri boschi, ortaggi fronde fiorite, piante aromatiche, pesce e mitili, mentre sulla prua svetta grandioso un olivo: per la prima volta nella storia della Darsena di Genova l’agricoltura ligure arriva a bordo di una grande Arca. Accadrà venerdì 30 novembre dalle 10 alle 13 in Calata Vignoso (Darsena) del Porto di Genova.

 

Coldiretti Liguria annuncia così l’inizio di un percorso di mobilitazione che riguarda l’intero settore primario, settore che deve quotidianamente fare i conti con problematiche che vanno dalle lungaggini burocratiche ai cambiamenti climatici e danni da fauna selvatica, ostacoli che troppo spesso rischiano di compromettere la sopravvivenza delle aziende locali. Ma allo stesso tempo, sia il settore agricolo che quello ittico, hanno a disposizioni delle grandissime opportunità, che vanno dall’apertura di nuove filiere innovative al recupero di antiche coltivazioni e tradizioni, sempre in quell’ottica di distintività che ha reso il Made in Liguria famoso sul mercato nazionale e mondiale.

.“Il nostro settore primario – affermano il Presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il Delegato Confederale Bruno Rivarossa –  è per tutti noi un patrimonio culturale, ambientale e umano di inestimabile valore che deve essere conosciuto, salvaguardato e tutelato per evitare che se ne comprometta l’esistenza e la forza. Per far si che ciò accada l’agricoltura ligure deve avere un futuro, progetti concreti che ne garantiscano la sopravvivenza e una voce forte fatta dagli agricoltori, allevatori e pescatori che, ogni giorno, con il loro lavoro producono quello che arriva nelle nostre case”.

La prima Arca di Noè, come è noto, era stata costruita per mettere in salvo animali, piante e la specie umana, e anche quella che approderà a Genova, ha come grande scopo di preservare il nostro mondo agricolo e ittico, che vanta prodotti d’eccellenza per ogni comparto, dallo zootecnico al florovivaistico, dall’ortofrutticolo all’apistico, dal vitivinicolo all’olivicolo, dalla pesca alla mitilicoltura. È per questo che come Coldiretti Liguria lancia l’hastag l’#iostoconlaLiguria.

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...