Da Gin a Castelbianco i menù del mercoledì e del giovedì costano il 20 per cento in meno

Benessere e natura si incontrano nella cucina del Ristorante Da Gin a Castelbianco, che dopo la lunga quarantena ha finalmente riaperto sia la sala che il giardino. Chef Rosa D’Agostino ha preparato due menù dedicati ai profumi e sapori del territorio, uno per onnivori e uno per vegetariani e vegani.

A differenza del passato si tratta di menù degustazione al costo (vini esclusi) di 35 euro (onnivoro) e 30 (benessere) mentre la carta è stata abolita. “Abbiamo dovuto cambiare filosofia e proposta per affrontare in massima sicurezza la riapertura. Così abbiamo pensato a menù degustazione che cambiano settimanalmente a seconda di stagionalità e mercato. In più abbiamo abbassato i prezzi del menù degustazione, che comunque non tradiscono la mia filosofia di cucina improntata al benessere, alla naturalità e alla territorialità delle materie utilizzate”, spiega la chef. I primi giorni di riapertura hanno avuto un buon successo di pubblico, soprattutto nei fine settimana. Ora, Rosa, assieme al marito Marino Fenocchio, sommelier di vaglia, ha deciso di offrire una grande cucina con un ulteriore sconto del 20 per cento al mercoledì e al giovedì. “Lo sconto riguarderà anche i vini, vuole essere un modo per invogliare la gente ad uscire per una esperienza. Molti, nonostante la riapertura, hanno ancora timore di andare a mangiare a ristorante, mentre moltissimi sono stati colpiti economicamente dalla chiusura. Ecco, nel nostro piccolo cerchiamo di andare incontro a queste esigenze”, aggiunge Rosa, che nella lunga quarantena ha sperimentato nuovi piatti. Questa settimana, ad esempio, nel menù si trovano Budino salato e fagiolini; Tortino di rape e nocciole; Tortelli di maialino e crema di carote e zenzero; Croccante salato ai porcini; Fuso di pollo e colouis  di piselli

È gradita la prenotazione. 0182 77001

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...