Da Sommariva sino al 6 luglio gli scatti de “L’altra Albenga. La città fuori dai luoghi comuni”

Inaugurata la mostra “L’altra Albenga. La città fuori dai luoghi comuni”, in esposizione al Museo Sommariva della Civiltà dell’Olio fino al 6 luglio. Stefano Pezzini, giornalista e blogger, ha presentato gli aspetti sociologici della nuova proposta del Circolo Fotografico S. Giorgio, dialogando con Paolo Tavaroli, presidente del Club, di fotografia, estetica, storia del paesaggio e aspetti antropologici della post modernità.

Il pubblico interessato e attento ha gradito molto l’evento, il clima positivo e costruttivo, in un piacevole confronto sulle immagini e sulle idee suscitate, proseguito attorno al rinfresco offerto dalla Famiglia Sommariva. Gli sguardi attenti di Matteo Galeotti, Dino Gravano, Marta Morando, Stefano Maccari, Dino Cataneo, Alessandro Negri, Andrea Alai, Rita Baio, Danila Fornasier e Paolo Tavaroli, mostrano una cittadina sfaccettata e complessa, proiettata in una dimensione della modernità forse non ancora compiuta, ma molto lontana dalla cartolina turistica. I fotografi si sono preparati molto per realizzare questo lavoro, studiando le opere di autori italiani come Ghirri e Basilico, la pittura di Hopper, la scuola europea e americana del paesaggio contemporaneo. Il risultato è composto da fotografie che, se da un lato mostrano nuove solitudini, tracce di alienazione e qualche difficoltà relazionale, d’altra parte indicano spazi di meraviglia, di silenzio e orizzonti di nuovi segni da interpretare.

Le fotografie sono certamente il punto di vista degli autori, ma essi si sono astenuti dal giudizio, offrendo una “storia del presente” che possa essere utile alla riflessione collettiva e personale, assolutamente necessaria nella mutata società che Albenga incarna perfettamente. Gli spettatori dell’intenso video, realizzato dall’ottimo Dino Gravano, in cui sono confluiti tutti gli scatti e che è proiettato in mostra, si sono portati a casa non solo emozioni, ma tante riflessioni e, forse, almeno negli auspici, un modo nuovo di vedere.

 

©foto a corredo di Gravano Dino, Cataneo Dino, Rita Baio e Fabietto Abete

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...