Dakar, nella tappa Marathon due straordinari risultati: Gerini 25° e Vignola 40°

La Dakar si fa sempre più dura, la stanchezza dei giorni scorsi si fa sentire, ma i piloti della Riviera Gerini e Vignola (ricordiamo che sono sponsorizzati anche dalla cooperativa Viticoltori Ingauni mentre Vignola porta in Sudamerica anche il foulard giallo dei Fieui dei caruggi di Albenga) risalgono posizioni su posizioni. Franco Jannone, il giornalista imperiese che segue sul posto la gara dei due, ha inviato pochi minuti fa il suo report. Eccolo.

Belèn ore 5 la partenza della prima moto alla volta di un percorso durissimo per via delle condizioni del terreno di gara con parecchie insidie e numerosi pericoli 3 segnalati sul roadbook, i piloti del Solarys Racing di Franco Guerrini, partono dopo aver riposato a dovere per la tappa precedente sulla falsa riga di questa odierna.

Una tappa Marathon che vedrà il ritorno dei piloti solamente domani a San Juan e dove non sarà permessa alcuna assistenza dei mezzi. Abbiamo raccolto informazioni che sono arrivate al bivacco di Chilecito dove ci troviamo e la conferma di quanto sia stata dura la giornata di oggi con diverse cadute che in molti casi hanno richiesto l’intervento dei sanitari. Per fortuna Maurizio Gerini #42 e Fausto Vignola #108 sono arrivati sani e salvi alla fine della prova e lo hanno fatto con due prestazioni eccellenti con Gerini in 25a posizione e Vignola con il miglior risultato della sua prima Dakar; 40° tra i top della compagine Italiana. Aspetteremo domani a San Juan per sapere come abbiano interpretato la loro gara di oggi.

La notizia giunta mentre vi stiamo scrivendo è che la tappa di domani Stage 12 Fiambalà-Chilecito-San Juan di 723 km è stata annullata a causa dellenuvole basse previste che impediscono il sorvolo degli elicotteri. C’è tuttavia una motivazione non meno secondaria che rende la vicenda assai più sgradevole, la direzione di gara aveva annunciato di voler far partire i piloti delle moto dopo le auto e ancor peggio i camion, una decisione che potrebbe mettere in serio pericolo gli stessi per via delle velocità diverse altresì delle dimensioni, così molti team manager, hanno esposto le loro motivazioni polemizzando sull’assurda decisione, a quel punto è scattato l’annullamento della tappa per le moto, che tramuterà la tappa in un mega trasferimento alla volta di San Juan.

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...