Dakar2020, nella terza tappa bene RTeam, Gerini #quarantadue sbaglia strada e perde qualche posizione

Franco Iannone, imperiese, speaker di importanti avvenimenti motoristici, anche quest’anno segue la Dakar e, anche quest’anno, compatibilmente con il wi-fi delle zone desertiche, invierà ogni giorno i suoi aggiornamenti. A differenza degli altri anni Franco seguirà i piloti del Team Ralliart, ma non mancheranno aggiornamento anche sugli altri piloti, a cominciare da Maurizio #quarantadue Gerini, il pilota imperiese sponsorizzato, tra gli altri, dai Viticoltori Ingauni. Ecco il suo racconto della terza tappa nel deserto dell’Arabia Saudita. 

 

Neom – Neom 501 km, 427 km di prova speciale, 77 km trasferimento

La giornata di ieri è stata all’insegna dello stupore suscitato da questa splendida terra che ospita la Dakar 2020. I paesaggi che hanno attraversato oggi i nostri piloti sono infatti tra i più suggestivi mai visti. Lo stage 3 è stato contraddistinto da un paesaggio ricco di sassi e canyon in paesaggi di una bellezza smisurata. Diverse anche le difficoltà riscontrate nella navigazione e avverse le condizioni metereologiche, con la presenza di forti raffiche di vento, che hanno complicato la guida soprattutto alle moto.

Entusiasmo allo start stamattina dei tre piloti per il rientro in gara di Marco Carrara e Maurizio Dominella di RTeam (Mitsubishi Italia Squadra Corse), dopo un giorno di stop nella categoria “Experience Dakar”. Anche Ricky Rickler col suo Eurocargo soprannominato “Marione” numero 540, riparte alla volta di questo stage, dopo il rientro in tarda serata di ieri, costretto a rallentare per soccorrere un motociclista, in pieno spirito Dakar! Procedono bene anche Andrea Schiumarini e Enrico Gaspari che arrivano dritti alla fine della prova speciale e conquistano il 67° posto della classifica ufficiale. Aspettiamo invece domani per il rientro in gara di Fabio Del Punta, sempre nella “Experience Dakar”.

 

Bellissima rimonta di Jacopo Cerutti, tra i piloti italiani in gara della categoria moto, che ieri ha corso per circa 30 km sul cerchio della moto, a causa di un guasto alla mousse. Oggi, nonostante un rallentamento legato a un errore di stesura del roadbook da parte dell’organizzazione, che ha reso vani i sorpassi effettuati dal pilota, è riuscito a guadagnare 17 posizioni e ottenere il 31° posto,primo tra gli italiani. Maurizio Gerini ha dovuto sperimentare un errore che gli ha fatto percorrere più chilometri e perdere del tempo prezioso, facedogli ottenere la 35° posizione.

 

Ecco la classifica generale moto:

 

1 9   RICKY BRABEC MONSTER ENERGY HONDA TEAM 2020 03H 29′ 31”    
2 17   JOSE IGNACIO CORNEJO FLORIMO MONSTER ENERGY HONDA TEAM 2020 03H 35′ 27”    
3 7   KEVIN BENAVIDES MONSTER ENERGY HONDA TEAM 2020 03H 36′ 53”  

 

31 41   JACOPO CERUTTI SOLARYS RACING 04H 03′ 02”

 

35 42   MAURIZIO GERINI SOLARYS RACING 04H 07′ 42”

 

51 106   ALESSANDRO BARBERO ALESSANDRO BARBERO  

 

63 110   ALBERTO BERTOLDI BMS MOTO 04H 57′ 42”

 

100 111   CESARE ZACCHETTI CESARE ZACCHETTI 05H 46′ 01”

 

104 109   MIRKO PAVAN NSM RACING TEAM 05H 55′ 20”

 

108 89   FRANCESCO CATANESE TMF RACING ASD 06H 03′ 43”    
109 155   MATTEO OLIVETTO ABC OLD FARM RACING 06H 04′ 22”

Classifica generale macchine:

1 305   CARLOS SAINZ

 LUCAS CRUZ

BAHRAIN JCW X-RAID TEAM 03H 48′ 01”    
2 303   JAKUB PRZYGONSKI

 TIMO GOTTSCHALK

ORLEN X-RAID TEAM 03H 52′ 20”    
3 324   YASIR SEAIDAN

 KUZMICH ALEXY

RACE WORLD TEAM 03H 53′ 29”  

 

61 367   ANDREA SCHIUMARINI

 ENRICO GASPARI

R TEAM 07H 21′ 55”

 

Classifica generale SSV

 

401   GERARD FARRES GUELL

 ARMAND MONLEON

MONSTER ENERGY CAN-AM 04H 42′ 47”    
2 411 SERGEI KARIAKIN

 ANTON VLASIUK

SNAG RACING TEAM 04H 43′ 05”      
3 405 CASEY CURRIE

 SEAN BERRIMAN

MONSTER ENERGY CAN-AM 04H 44′ 24”    

 

19 473   ELVIS BORSOI

 STEFANO PELLONI

RT73 05H 16′ 50”

 

27 447   MICHELE CINOTTO

 MARCO ARNOLETTI

FN SPEED TEAM  

 

31 421   CAMELIA LIPAROTI

 ANNETT FISCHER

C.A.T. RACING YAMAHA  

 

Classifica generale camion:

 

1 511   ANDREY KARGINOV

 ANDREY MOKEEV

 IGOR LEONOV

KAMAZ – MASTER 03H 59′ 15”    
2 503   SIARHEI VIAZOVICH

 PAVEL HARANIN

 ANTON ZAPAROSHCHANKA

MAZ-SPORTAUTO 04H 04′ 09”    
3 516   ANTON SHIBALOV

 DMITRII NIKITIN

 IVAN TATARINOV

KAMAZ – MASTER 04H 10′ 28”  

 

34 536   ANTONIO CABINI

 GIULIO VERZELETTI

 CARLO CABINI

OROBICA RAID 07H 22′ 50”    
35 518   CLAUDIO BELLINA

 GIULIO MINELLI

 BRUNO GOTTI

ITALTRANS 07H 25′ 13”    
36 526   PAOLO CALABRIA

 LORIS CALUBINI

 GIUSEPPE FORTUNA

OROBICA RAID 09H 09′ 45”  

 

La tappa di oggi si preannuncia tra le più difficili di questa Dakar. Fondi sassosi, pietraie, con chott che complicheranno la guida ai nostri piloti. Lo stage 4 Neom – Al Ula vedrà infatti i piloti in gara di tutte le categorie affrontare terreni particolarmente ostici per 672 km totali, di cui 453 di prova speciale. 

 

Franco Iannone #dakar2020

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...