free web stats

Dino Cataneo

Oggi Paolo Tavaroli, presidente e anima del Circolo fotografico San Giorgio, ci propone una interessante riflessione.

Durante una mia lezione sui generi fotografici alle terze medie di Ceriale, raccontavo, commentando una proiezione di foto esemplari, come la foto documentaria o da Album di famiglia, avesse un suo valore istantaneo per soggetto, parenti e amici, ma anche la proprietà di acquisire valore nel tempo, fino a diventare memorialistica e talvolta preziosa fonte di considerazioni storiche sul costume del passato e le usanze culturali di un’epoca. E postillavo, argomentando visivamente in parallelo alla foto artistica che, se fatta bene, da un fotografo consapevole, acquisiva un duraturo valore aggiunto.

In questo suo scatto molto efficace, perché ben inquadrato data la situazione, ridotto al minimo, come dovrebbe saper fare ogni bravo fotografo, con due espressioni intense, sia del soggetto umano che quella del simpatico cagnone che, immagino smanioso di entrare in azione, manifestare platealmente la sua impazienza e il suo disappunto entro i limiti imposti dal suo addestramento e -chissà! – della disciplina del Carabiniere aggiunto, Dino CATANEO ha saputo unire questi valori per una fotografia di sicuro effetto e certamente molto efficace. 

 

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...