Due savonesi fra i campioni iridati del Farr 40 World Championship di Chicago

Due liguri coronano il loro “sogno americano” con la vittoria, a bordo della tedesca “Struntje Light”, nella competizione d’oltre oceano. Si tratta di Riccardo Canovaro e Massimo Bortoletto, il primo, ex-pallanuotista della Rari Nantes (vedi precedente articolo su questo blogzine »), da qualche anno si è indirizzato con ottimi risultati al mondo della vela, mentre il secondo, affermato campione, vanta una lunga esperienza e numerose vittorie in campo velico.

Si è concluso il 9 ottobre 2018 con la vittoria della barca tedesca “Struntje Light” (Schaefer-Percy) il Farr 40 World Championship, organizzato dallo Yacht Club di Chicago (USA). Il team di Wolfgang e Angela Schaefer, che aveva vinto anche il pre-mondiale, al termine della penultima giornata si era portato al comando della classifica generale, seppur in comproprietà con “Plenty” (Roepers-Hutchinson) ed ha gestito con notevole lungimiranza i clamorosi salti di vento che hanno caratterizzato l’ultima giornata, ponendo il sigillo all’evento grazie alla vittoria della prova conclusiva.

Riccardo Canovaro e Massimo Bortoletto campioni iridati

“Plenty”, che alla vigilia del Mondiale di Chicago vantava tre successi iridati in quattro anni, è stato quindi “bruciato” sulla linea di arrivo della manche decisiva e si è dovuto accontentare del secondo posto, a un solo punto da “Struntje Light”, lo scafo dei coniugi Schaefer, il cui equipaggio comprendeva diversi velisti italiani, fra i quali i savonesi Riccardo Canovaro e Massimo Bortoletto, Lorenzo De Felice, Matteo De Luca e Francesco Coari.

Quattordici i Farr 40 iscritti a questo Mondiale di classe 2018, organizzato dal Chicago Yacht Club, evento che si è protratto da sabato 6 a martedì 9 ottobre, dopo aver completato ben undici prove davanti all’inconfondibile skyline della più importante città dell’Illinois, sul quale si distinguono la Willis Tower, fino alla metà degli anni novanta il grattacielo più alto del mondo, il Trump International Hotel and Tower e il John Hancock Center.

Al via otto i team Corinthian e quattro gli equipaggi che da anni egemonizzano la lotta per il successo interno alla classe: i tre volte campioni iridati di “Plenty” (Roepers-Hutchinson), vincitori nel 2014, 2016 e 2017, “Enfant Terrible” (Rossi-Vascotto), iridato nel 2013, “Struntje Light” (Schaefer-Percy) e i padroni di casa di “Flash Gordon” (Jahn-Larson) che, proprio sulle acque del Lago Michigan, hanno conquistato il titolo mondiale nel 2012, anticipando di un niente il team di Alberto Rossi.

Reduce dal secondo posto ottenuto in occasione del test event disputato lo scorso agosto sullo stesso campo di regata, l’“Enfant Terrible Sailing Team” si è radunato a Chicago all’inizio della settimana e ha da subito iniziato gli allenamenti tesi a ritrovare le necessarie sinergie e a ultimare la messa a punto della barca, affidata alle cure del comandante Alberto Fantini. Un lavoro che ha trovato riscontro nelle buone performance messe in campo in occasione del Pre-Worlds, conclusosi venerdì 4 ottobre con la vittoria di “Struntjie Light” ed il secondo posto dei “‘Terrible”, seppur con due sole prove valide al fronte delle sei inizialmente previste: le restanti sono state cancellate a causa del cattivo tempo.

LA CLASSIFICA

LE IMMAGINI

all photographs © Ian Roman / Farr 40 Worlds 2018 

I VIDEO

Condividi su