Eravamo stranieri in scena all’Antico Teatro Sacco

Sabato 25 novembre all’Antico Teatro Sacco di Savona va in scena “Eravamo stranieri”,  progetto vincitore del bando Migrarti 2017 (MIBACT), a cura del Teatro delle Formiche. Testo e regia Fiona Dovo, interprete principale Viviana Fuentes, musica dal vivo di Aleph Viola, con la partecipazione di Fiona Dovo. Preparazione vocale di Jaqueline Trebish, consulenza coreografica di Fiorella Colombo.

Lo spettacolo tratta il tema dell’immigrazione da tre punti di vista: lo sguardo ingenuo di due italiani che emigrano nelle Americhe nei primi del ‘900, lo sfogo di una donna extracomunitaria che si ritrova in carcere per aver commesso un reato, e infine le aspettative di una giovane cilena venuta in Italia a studiare.

Viaggi, paure, nostalgie, speranze… Chi parte da un dato luogo, e chi arriva in quel dato luogo. L’Italia sembra essere la nazione che più di qualunque altra attira, respinge, fa da ponte, accoglie, richiama, allontana. Tutto nell’arco di in un solo secolo.

Il nostro lavoro si concentra su un arco di tempo che va dalle prime partenze dei nostri bisnonni, passando attraverso gli arrivi di nuovi stranieri. Cento anni. L’obiettivo della messa in scena è parlare ad un pubblico di tutte le etnie, italiani e non, fornendo uno spunto di riflessione nel comprendere che siamo tutti parte di un unico mondo.

Lo spettacolo ha debuttato con la partecipazione di 13 giovani immigrati sudamericani, ma nelle successive repliche si è dovuto ridurre il cast a Viviana Fuentes, Aleph Viola e Fiona Dovo. La lingua principale è l’italiano, tuttavia alcuni momenti sono interpretati in spagnolo, lingua madre dell’attrice Viviana Fuentes.

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...