Eva va in scena all’Antico Teatro Sacco di Savona

Di Giò Barbera

“Eva”, lo spettacolo tratto dal “Diario di Eva” di Mark Twain sarà messo in scena sabato 17 ottobre alle 21 all’Antico Teatro Sacco di Savona nell’ambito della seconda rassegna teatrale dedicata a Luciana Costantino un programma di 5 eventi con professionisti che hanno raccolto la sua grande passione per il teatro. E’ uno spettacolo di teatro-danza con Mariella Speranza (attrice)  e Valeria Puppo (danzatrice). La regia è di Gianni Masella.

“Eva” ha debuttato nella rassegna “La Tosse d’estate raddoppia  2020” organizzata dalla Fondazione Luzzati – Teatro della Tosse di Genova. Lo spettacolo, tratto da “Il diario di Eva” di Mark Twain, da voce a Eva e racconta il periodo immediatamente successivo alla sua nascita. La seguiamo nei giardini dell’Eden, quando scopre l’incanto dello spettacolo della natura che la affascina e la cattura in modo totale. A lei è affidata la conoscenza, il compito di dare i nomi alle meraviglie del mondo, l’invenzione del fuoco, la scoperta dell’amore. L’incontro-scontro con Adamo, il loro scrutarsi e conoscersi da lontano, inseguirsi, spiarsi, procedere separati o a tratti insieme, ripete il cammino che l’uomo e la donna, da secoli, percorrono insieme. Adamo è rude, taciturno, insensibile alle attenzioni della giovane, disinteressato allo spettacolo della natura, del cielo stellato e della Luna. Eva, al contrario, è attratta da tutto ciò che non conosce e tutto in lei desta una curiosità inesauribile. Sarà l’incontro col serpente, un essere che la spaventa e la affascina allo stesso tempo, che porterà Eva a compiere il primo passo verso una diversa consapevolezza. Sulla scena si muovono due interpreti, un’attrice e una danzatrice, che esprimono la complessità e la ricchezza del mondo interiore di Eva, attraverso un percorso scenico dove parola e gesto si fondono per svelare gradualmente la sua anima ricca e appassionata.
Eva, la prima donna, una sorta di dea,, che inizia il suo percorso di consapevolezza nel paradiso terrestre e, mangiando la mela dell’albero della conoscenza, si spinge ben oltre l’eden. Eva, tratta dalla costola di Adamo, Eva fatta a sua volta di polvere di cielo, abitando una specie di spazio meraviglioso o terra di nessuno, si scopre, si sperimenta, racconta ed omette.. Le parole di Mariella Speranza e il corpo di Valeria Puppo restituiscono la complessità e la ricchezza del mondo interiore di Eva, in un percorso in cui parola e gesto si fondono, per svelare l’animo ricco e appassionato della protagonista.

Per rispettare la normativa vigente sulla sicurezza  e per il contenimento della diffusione  del Covid 19, il Teatro ha una disponibilità di posti a sedere limitata, pertanto è obbligatoria  la prenotazione

INGRESSO RISERVATO AI SOCI  ……  DIVENTARE SOCI  E’ FACILE
INFO : info@teatrosacco.com   331  77 39 633 – 328 65 75 729    www.teatrosacco.com

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...