Festival delle Alpi al Parco del Beigua

Per l’8^ edizione del Festival delle Alpi e delle montagne italiane si andrà alla scoperta degli ecosistemi che caratterizzano la biodiversità del Parco del Beigua: dalle zone dedicate al pascolo, dove trovano riparo numerosi insetti, passando per le verdi faggete secolari che ospitano picchi e vivaci scoiattoli, fino a raggiungere le zone umide, habitat di colorati anfibi come la salamandra pezzata e il tritone alpestre.

Una facile escursione adatta a tutti in compagnia di un esperto naturalista e Guida del Parco che ci racconterà quali sono i “fili invisibili” che collegano gli organismi all’ambiente che li ospita. L’escursione durerà tutta la giornata, con pranzo al sacco; prenotazione obbligatoria entro sabato alle ore 12, (Guide Coop. Dafne – tel. 393.9896251). Costo escursione: € 10,00, bambini fino a 12 anni gratuito.

Nel pomeriggio alle 17 al Rifugio Pratorotondo sarà inaugurata mostra fotografica “Frammenti di biodiversità”, accompagnata dalla proiezione degli scatti del fotografo naturalista Marco Bertolini, che vedono protagoniste la flora e la fauna caratteristici del Beigua. Possibilità di merenda con degustazione di prodotti locali a cura del Rifugio (facoltativa, a pagamento). La mostra rimarrà esposta al Rifugio fino al 30 settembre.

Nel fine settimana del Parco c’è spazio anche per i bambini! Prendono il via i venerdì con le Guide del Parco a Pratorotondo: pomeriggi dedicati alla scoperta della natura con tante attività divertenti e la possibilità, raccogliendo i timbrini sul passaporto del Beigua Geopark al termine di ogni giornata, di essere nominati Junior Geoparker. Il primo appuntamento è venerdì 6 luglio alle ore 15 con “Caccia alla traccia”, laboratorio didattico sulle tracce degli animali con facile escursione. Costo iniziativa: € 10,00 (comprende l’attività con le Guide e la merenda presso il Rifugio). Prenotazione obbligatoria (Guide Coop. Dafne – tel. 393.9896251)

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...