Finale Ligure, alle Paracuochiadi vincono gli “chef speciali” delle scuole alberghiere liguri

Chi ha vinto non importanza, lo sappiamo, li abbiamo premiati, ma sono stati tutti talmente bravi che non ha senso pubblicare classifiche. Perchè loro, gli chef speciali, e gli altrettanto chef speciali, normali studenti diciottenni di un alberghiero che facevano da “soci” ai fornelli, hanno dato lezione di solidarietà e amicizia.  “Le Paracuochiadi”, che si sono svolte poche settimane fa all’Istituto alberghiero Migliorini di Finale Ligure, sono questo, cibo, sostegno, cura ed emozioni.

 

Si è lavorato in team, ragazzi speciali, quelli con diverse modalità di apprendimento, e quelli “normali”, come esistesse una normalità. In “gara”, se di gara si vuole parlare, le scuole Alberghiere di Arma di Taggia, Alassio, Finale e del Marco Polo di Genova. La Giuria, composta dallo chef stellato Marco Soldati (discepolo di Marchesi, già direttore didattico dell’Alma), dal giornalista Stefano Pezzini e dal presidente dell’Associazione “Ratauja 2.0” Claudio De Leo, ha “dovuto valutare” (in realtà ha “spolverato”) i piatti realizzati tenendo conto di tre aspetti fondamentali: l’estetica, il sapore e il corretto abbinamento degli ingredienti. I piatti? Belli, buoni, fantasiosi e tradizionali assieme, ma non è importante, qui, alle Paracuochiadi, è importante lo spirito. Poche parole per raccontare l’impegno e la solidarietà. Marco Soldati chiede al tutor e allo “chef speciale” chi ha ideato il piatto. Risposta che commuove: “Noi”. Grazie ragazzi, e grazie alla preside Angela Cascio che in questo progetto ha creduto e crede.

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...