Foto in quarantena Fase Due N. 18

FOTO IN QUARANTENA si evolve e diventa FASE DUE. Ovviamente con una nuova numerazione. Come sempre Paolo Tavaroli, instancabile anima del Circolo Fotografico San Giorgio, racconterà uno scatto fatto da un associato (ma vista la situazione accoglieremo anche scatti di non associati) senza tanti fronzoli, solo perchè, anche i fotografi possono e devono fotografare anche in casa e da casa, senza uscire, ma cercando situazioni significative. Ed ecco lo scatto numero 18 con la descrizione di Paolo.

“Roberto Genco, descrivendo il nuovo rito del Caffè tanto caro agli italiani, non ha lasciato la sua macchina fotografica libera di vagabondare, ma ha scelto il punto dove l’ambiente e un certo numero di particolari trasformavano i soggetti in narratori. Ne è uscita una foto densa e sostanziosa che sarebbe piaciuta forse a Pierpaolo Pasolini, il quale affermava che una foto fosse bella non solo per le qualità estetiche ma per “l’alto grado di documentarietà”. Raggiungere il cosiddetto punto di equilibrio in una sola inquadratura è un lavoro complesso, frutto del connubio di più fattori. Colori, luce, ombra, angolazione, distanza, altezza, messa a fuoco, non si può perdere nemmeno un passaggio. Giustamente nel gruppo di condivisione idee e foto del Circolo Fotografico San Giorgio qualcuno dei soci ha commentato: sembra una foto cinematografica”.

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...