Foto in quarantena Numero Due N. 15

FOTO IN QUARANTENA si evolve e diventa FASE DUE. Ovviamente con una nuova numerazione. Come sempre Paolo Tavaroli, instancabile anima del Circolo Fotografico San Giorgio, racconterà uno scatto fatto da un associato (ma vista la situazione accoglieremo anche scatti di non associati) senza tanti fronzoli, solo perchè, anche i fotografi possono e devono fotografare anche in casa e da casa, senza uscire, ma cercando situazioni significative. Ed ecco lo scatto numero 15 con la descrizione di Paolo.

“Tutte le fotografie in certo qual modo riguardano l’amore, e tutti i fotografi in misura maggiore o minore, sono motivati dal desiderio. Queste emozioni umane possono essere ben camuffate o espresse soltanto in modo indiretto, ma sono presenti…” ci ricorda William Ewing in “Amore e Desiderio”. 

In questa immagine la giovane fotografa Ania Gai stabilisce una analogia tra un cliché tipico dell’advertising di una nota ditta con un’ elegante e bella passante. Il racconto è quanto mai ben calibrato e ci mostra l’attenzione tipica delle italiane verso la moda e la cura di un vestire secondo la propria personalità che si è mostrato in questa Fase due con le mascherine e gli abbinamenti alla mascherina degli accessori o viceversa. Questa foto sarebbe impossibile capirla a prescindere dal nostro paese, dalla sua cultura, dal suo stile di passione e intelligenza che scorre impetuoso per le strade. I valori non a caso sempre più rappresentati dalla pubblicità: il senso riscoperto della famiglia, l’amore per gli animali domestici, il ruolo sempre più centrale della figura della donna; e bene ha fatto la fotografa- già promessa e ormai scommessa vinta del Circolo Fotografico S. Giorgio-,  a cercare uno sfondo adatto dove ha saputo collocare il suo soggetto al posto giusto. 

 

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...