Garlenda al lavoro per il meeting delle Fiat 500 che firmeranno la piastrella sul Muretto di Alassio

Fervono i lavori a Garlenda per il 36° Meeting Internazionale della Fiat 500 storica in programma nei giorni 5-6-7 luglio. Quest’anno la festa sarà ancora più grande visto che si festeggiano anche i 35 anni dalla nascita del Fiat 500 Club Italia, nato quasi per scherzo da un gruppo di amici, diventato una realtà culturale ed economica che ha fatto il giro del mondo. Le piccole bicilindriche sono, come sempre, attese numerosissime (oltre 1000!) a Garlenda, dove il Club – il più grande sodalizio di modello al mondo – ha la sua sede.

In particolare, circa 200 equipaggi giungeranno dall’estero: non per niente, tutte le associazioni ed i gruppi di Cinquecentisti nel mondo (o di possessori di auto Fiat in generale) mettono il Meeting nel calendario degli eventi imperdibili e spesso organizzano la partecipazione di vere e proprie delegazioni.

Per rendere omaggio alla passione internazionale per la storica vetturetta, negli ultimi anni ogni edizione del Meeting è dedicata ad una “Nazione d’Onore”: nel 2019 sarà la verde Irlanda. L’importanza della partecipazione irlandese all’evento è stata sottolineata anche in occasione della Festa della Repubblica: il 30 maggio a Dublino, infatti, all’Ambasciata italiana c’erano le 500 del Club irlandese e il presidente onorario del Fiat 500 Club Italia – nonché direttore del Meeting – Alessandro Scarpa.

Viene riproposto anche quest’anno “Aspettando il Meeting”: dal 1° al 4 luglio sono in programma gite, degustazioni di eccellenze enogastronomiche, visite culturali ed intrattenimenti dedicati a quegli equipaggi, soprattutto da oltre confine, che giungono in zona con un certo anticipo rispetto al via ufficiale della manifestazione, animati dal desiderio di coniugare l’amore per i motori con il piacere di una vacanza. Nell’anno del turismo lento, il Fiat 500 Club Italia (recentemente invitato ad intervenire ad un convegno sullo Slow Tourism ad Albenga) ribadisce la propria vocazione nel coniugare il motorismo storico con la scoperta del territorio all’insegna dello Slow Drive. Le escursioni ed in particolare il Grand Tour del sabato restano infatti un must del Meeting.

Durante la manifestazione, venerdì 5 luglio, sarà posata ed inaugurata la piastrella del Fiat 500 Club Italia sul Muretto di Alassio, che ospita, tra l’altro, contributi di celebrità quali Ernest Hemingway e la Nazionale di Calcio del 1982.

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...