Genova e Sanremo aderiscono alla campagna contro le morti perinatali

Anche quest’anno il 15 ottobre è la giornata internazionale della consapevolezza sul lutto perinatale. E anche quest’anno Ciaolapo (www.cialapo.it) organizza numerose attività in tutta Italia per celebrarla (babyloss awarness day). Dal 2007 l’associazione CiaoLapo Onlus organizza questa giornata in Italia, perché purtroppo la morte perinatale riguarda dieci famiglie al giorno; considerando anche le perdite precoci del primo trimestre, circa una gravidanza su sei in Italia termina con la perdita in gravidanza o dopo la nascita. Il BabyLoss Awareness Day è rivolto a tutte queste donne, alle loro famiglie e agli operatori del settore materno-infantile coinvolti nella cura.

L’evento che accomuna tutte le iniziative del BabyLoss Awareness Day è l’Onda di Luce, che si svolge a partire dalle 19:00 (ora locale) e unisce idealmente tutti i paesi del mondo: inizia in Australia che avvia l’onda di luce alle 19:00 locali; da lì, al cambio di ogni fuso orario, l’onda di luce si propaga di continente in continente, di stato in stato, avvolgendo tutto il mondo.

L’obiettivo primario del BabyLoss Awareness Day è infatti “fare luce” sul tabù della morte in gravidanza e dopo la nascita, sulle morti evitabili, sulla cura da destinare ai genitori e ai familiari, sulle ultime ricerche in campo medico e psicologico, sugli aspetti culturali e artistici che possono aiutare i genitori a raccontare e raccontarsi.

Coinvolgere la cittadinanza su questo difficile argomento è necessario, dal momento che in Italia una gravidanza su sei si interrompe spesso per cause ignote.

Dieci bambini al giorno in Italia nascono morti a termine di gravidanza o muoiono entro un mese dal parto. A queste famiglie spesso manca un sostegno sia in ospedale che sul territorio; CiaoLapo da anni è impegnato nel costruire una rete di sostegno e di formazione continua, così da aiutare sempre più operatori sanitari ad acquisire le giuste competenze per sostenere e sostenersi.

Il lutto perinatale infatti riguarda tutti e colpisce tutti: per questo motivo organizziamo da più di dieci anni iniziative rivolte alla cittadinanza intera, specifiche iniziative rivolte alle famiglie in lutto e altrettante per operatori e professionisti della salute (congressi, convegni, seminari).

Quest’anno in Liguria l’associazione Ciaolapo sarà presente a Genova e a Sanremo. Sul sito www.babyloss.info i programmi di tutte le città italiane che aderiscono all’iniziativa.

Per la riviera di Ponente il programma di Sanremo prevede nello specifico la proiezione di un corto dedicato al lutto nei padri (Koi. Losing a baby), la presentazione di un libro rivolto agli operatori sanitari per migliorare gli standard di assistenza e la lettura di brani dall’antologia “Kintsugi” sulle gravidanze successive a una perdita. L’evento si terrà presso la Sala di Palazzo Roverizio in via Escoffier 29 dalle 16 alle 18.30. Alle 19 avrà luogo in zona mare l’onda di luce.

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...