Gianni Boffredo premiato a Genova come arbitro della sezione di Albenga

Conosciamo Gianni Boffredo come ottimo sommelier e “anima” di Vite in Riviera (organismo che associa 25 tra le migliori aziende vinicole del Ponente ligure) che gestisce l’Enoteca regionale sede di Ortovero. Ma oltre ad essere un esperto conoscitore di vini è anche un uomo di sport, un arbitro di calcio. E la sua attività è stata premiata in questi giorni.

 

Come consuetudine ad ogni inizio d’anno è tempo di bilanci e di premiazioni. Il mondo dello sport premia i migliori atleti dell’anno appena finito, anche gli arbitri  individuano chi si è distinto in modo particolare. Presso il teatro Carlo Felice a Genova, in occasione della consegna del premio nazionale Marenco andato al componente del comitato nazionale Aia Zaroli, la Cra Liguria ha premiato il miglior osservatore arbitrale regionale, la scelta è caduta su un associato della sezione di Albenga, Gianni Boffredo. Volto noto nel panorama del calcio dilettantistico ligure dove per molti anni è stato un fischietto apprezzato, ha svolto per molti anni incarichi dirigenziali sezionali fino ad esserne vice presidente e poi presidente tanto che, ancora giovanissimo, gli è stata riconosciuta la benemerenza. Ha svolto per anni il compito di osservatore arbitrale in campo nazionale poi, conclusa questa esperienza, si è messo a disposizione della regione per aiutare i giovani arbitri a migliorare. Ancora una volta la sezione di Albenga si pone alla ribalta dimostrando di avere tra gli associati ottimi elementi che ben si distinguono sia sui terreni di gioco sia fuori

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...