Giuse Ricchebuono ambasciatore della cucina ligure negli Stati Uniti e in Kazakistan

E’ appena tornato dagli Stati Uniti e già si prepara ad una nuova partenza. Giuse Ricchebuono, da 18 anni stellato Michelin, prima alla Fornace di Barbablù nella Valle di Vado e oggi al Vescovado di Noli, nonchè patron del Nazionale, sempre a Noli, è in questi giorni uno “chef con la valigia”.

Nei giorni scorsi lo chef è stato una settimana negli Stati Uniti, esattamente in Iowa, dove è stato il protagonista di una full immersion di Cucina Italiana con incontri di formazione  e preparazione dei piatti che più rappresentano la sua raffinata cucina legata al territorio ligure. “I corsi allo Iowa Culinary Institute, a De Moines, la capitale, sono stati all’insegna della migliore cucina italiana, con particolare riguardo a quella ligure. Sono veramente orgoglioso di aver rappresentato il mio paese e la mia regione. La mia bellissima esperienza in Iowa si è conclusa nel migliore dei modi, con una cena italiana per una platea di ospiti che spero verranno presto in Italia a farci visita. Grazie a chef Diego Critelli per avermi invitato e per la sua preziosa collaborazione, a sua moglie Sara, impeccabile in sala, e a sua figlia Camilla, che si è carinamente prestata a farmi da traduttrice”, commenta Giuse.

Il primo dicembre Guse partirà alla volta del Kazakistan dove, ad Astana, la capitale, si celebra il secondo compleanno del Ristorante Felice, di cui Giuse ha impostato la cucina e di cui è consulente. 

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...