Agrichef Festival 2019, ecco partecipanti e giudici

Una manifestazione per valorizzare tutte le risorse messe in campo dagli agriturismi del territorio, dalla produzione in loco alla ristorazione: è Agrichef Festival, la rassegna organizzata da Turismo Verde di Cia-Agricoltori Italiani che si appresta ad approdare per la prima volta in Liguria, mercoledì 6 febbraio presso il  centro di formazione turistico alberghiero ISFORCOOP (ex istituto alberghiero Miretti) di Varazze.

 

Secondo la definizione coniata ufficialmente proprio da Cia, che ne ha depositato il marchio, l’Agrichef è un cuoco di comprovata abilità ed esperienza che esercita il suo mestiere all’interno della cucina dell’agriturismo, impegnandosi a trasformare principalmente produzioni agricole aziendali, o di prossimità, nel rispetto della stagionalità e dei saperi contadini, e utilizzando nella realizzazione dei piatti ingredienti legati alla tutela della biodiversità.

«In anni in cui la televisione ci ha ormai abituato a cuochi di ogni tipo, negli agriturismi si osserva ancora una professionalità rara, che coniuga l’utilizzo di materie prime di qualità e a filiera cortissima, con la competenza e la tradizione delle ricette – spiega Federica Crotti, presidente di Turismo Verde Liguria -. Gli Agrichef che abbiamo selezionato si affronteranno in un evento culinario che vuole anche essere un momento di confronto e di crescita professionale e che, non a caso, prevede il coinvolgimento delle scuole alberghiere. I cuochi professionisti verranno così affiancati nella preparazione dei piatti dagli alunni della classe terza dell’istituto Miretti che, in questo modo, faranno esperienza di una modalità di “produrre cibo” spesso richiamata, ma poco praticata, quale è, appunto, quella in agriturismo».

Queste le aziende, le ricette e gli agrichef in gara

CA’ DE NA BUGGIO, Imperia;  agrichef Dario Pastor; Ricetta Granpistau: Grano piantato da noi , soffritto con il nostro olio di taggiasca e con i porri che possono essere di nostra produzione o selvatici.

LA SELVA Varigotti; Agrichef Barbara Moroni; Ricetta Tomaxelle e carciofi: Ortaggi olio e uova di nostra produzione . Carne da produttore di  Calizzano. Vino di Varigotti

RIMOSI, La Sprezia; Agrichef Cristian Ricci; Ricetta: ravioli della tradizione al ragù bianco: Nei ravioli ci sono borragini, manzo, maiale, uova pan grattato e mortadella mentre il sugo è fatto con carne di manzo olio, sedano, carote, cipolla e timo. Parmigiano per mantecare.Ad eccezione di parmigiano

MONACI TEMPLARI, Seborga; agrichef Flavio Gorni; Ricetta  crema bugnetta, pernabuco, mimosa con bescouteli bordigotti: pernabuco (l’arancia più antica della Liguria con origini della città brasiliana omonima) e limoni Bugnette (antichi di Bordighera), le marmellate, l’olio extravergine  tutto di nostra produzione

CA’ DU GREGORIO, Verezzi; Agrichef Gian Paolo E Silvia Pisano; Ricetta  lumache alla verezzina: Ad eccezione delle lumache che vengono acquistate, aglio, cipolle, aromi, olio extravergine di oliva e vino, sono prodotti aziendali

U CARUGGIU, Stellanello; Agrichef Giuseppe e Alessandro Cardone; Ricetta Turle: E’ una pasta ripiena con una forma che ricorda un po’ una caramella. La pasta è fatta con farina, acqua e uova; il ripieno è composto da patate, zucca, timo e un po’ di porro, condite con un sugo di pomodoro e porro, tutti prodotti della nostra azienda.

IL PELLEGRINO, Varese Ligure; Agrichef Jutta Jirovec; Ricetta croxetti con salsa di noci, Nostra produzione sono uova grano e noci. La salsa viene fatto con pane raffermo latte e noci. Niente panna!

CA SOTTANE, Borgomaro; Agrichef Brigitte Bruschi; Ricetta zemin: Verdure nostre al 100% coltivate su terreni in conversione al biologico: porri, zucca, patate, aglio, cipolla, sedano, qualche foglia di cavolo nero e 3 foglie di bietole. Olio nostro Dop. Alloro e rosmarino nostro. Poi pezzi di maiale a km zero dell’azienda agricola Cà degli Ormei e fagioli di Conio Presidio Slow Food

LE NAVI IN CIELO, Imperia; Agrichef  Luigi Vidili e Riccarda Roner: Ricetta: di paste e di pesto, per il pesto , degli ingredienti, produciamo noi l’olio evo di Olive Taggiasche, e l’aglio. Di norma anche il basilico è nostro, ma non avendo serre, solo per questa occasione me lo procuro da chi è strutturato per la produzione invernale. Per gli gnocchi di patate: farina 0 Bio, un rosso d’uovo sale e  patate che sono le nostre. Per le trofie : farina 0 Bio e farina di Buratto Bio, Olio EVO di Olive Taggiasche, acqua, sale e sfarinato di grano duro Bio per farle “riposare”.Mandilli de Saea: Farina 0 Bio, Vino (Solo Vermentino o Pigato),acqua ,sale e Farina 0 Manitoba Bio

LA TANA DEGLI ORSI, Varazze; Agrichef, Sergio Delfino; Ricetta: merdazzui,  Farina macinata a pietra del mulino di sassello. uova spinaci, borraggini e maggiorana prodotti da noi, prescinseua, zafferano di Varazze prodotto da noi. Latte e ricotta di pecora

La giuria sarà composta da Maurizio Roggerone (coordinatore della scuola), Vincenzo Bova (chef della scuola), Antonio Cefalo (chef della scuola), Andrea Garelli (maitre di sala della scuola), Roberto Marioli (capobarman scuola), Marco Benvenuto (giornalista enogastronomico) e Stefano Pezzini (giornalista enogastronomico). Fonamentale per organizzare la manifestazione gli “angeli custodi” dei ragazzi, Monica Campana e Sonia Moretti. Il loro lavoro, assieme a quello dei docenti,  è stato fondamentale.

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...