I carri fioriti di Sanremo promuovono anche i prodotti della Riviera Savonese

La sfilata dei carri fioriti a Sanremo è sempre un momento di grande spettacolo, un evento in grado di richiamare a Sanremo migliaia di persone e di accendere le telecamere delle televisioni nazionali e non solo, sulla Riviera di Ponente, Proprio per questo, ogni anno, gli organizzatori danno ai Comuni partecipanti un tema di ampio respiro, quest’anno era il Santuario dei cetacei, il mare inteso come elemento di biodiversità e basilare per la sopravvivenza.

Ma assieme alla salvaguardia del mare e del Santuario dei cetacei, la diretta di Linea Verde da Sanremo è riuscita a valorizzare anche i prodotti tipici della Riviera Savonese, i carciofi di Albenga, gli asparagi sempre di Albenga e il Chinotto di Savona, entrambi Presidi Slow Food, il basilico genovese Dop. E, ovviamente, i gamberi rossi di Sanremo. Grazie a Ivano Ricchebono, chef stellato che ha preparato una spettacolare “spugna” di gambero con asparago e acqua blu, e a Fausto Scola, chef dell’omonimo ristorante di Castelbianco, instancabile ambasciatore dei prodotti del Ponente, i telespettatori hanno potuto ammirare i piatti e i prodotti, compresi gli splendidi carciofi spinosi di BioVio. Per la cronaca ha vinto il carro di Cipressa, ma in effetti ha vinto la promozione di tutta la Liguria. Come sempre bravissimi alla conduzione della trasmissione Daniela Ferolla, Federico Quaranta e Peppone.

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...