I “Codici” di Leonardo approdano al Galata Museo del Mare di Genova

Il 2019 è considerato «L’anno del Genio», che nell’immaginario collettivo, a livello planetario, è rappresentato dal grande Leonardo da Vinci. Il Circolo Artistico-Culturale “Amici nell’Arte” noprofit ha scelto per la sua mostra “clou” questa personalità di ingegno e talento universale, architetto, ingegnere, urbanista, matematico, anatomista, inventore, pittore, scultore e musicista, che ha incarnato l’ideale dell’uomo del Rinascimento.

Giovedì 2 maggio 2019 alle ore 17,30 verrà presentata la mostra di arte contemporanea dal titolo “Codici. Leonardo. Un mare di invenzioni”, esposizione dedicata al 500° anniversario della morte del grande inventore italiano. Non è un caso che l’evento sia stato programmato per questa data: il 2 maggio di cinquecento anni fa Leonardo si spegneva a Cloux, nei pressi di Amboise, in Francia, nel Castello di Close-Lucè.

Lo spazio che ospita la mostra è la prestigiosa Sala Mostre al secondo piano del Galata Museo del Mare, Calata Ansaldo De Mari, 1 a Genova, nel Porto Antico.

Gli orari di apertura, da giovedì a domenica, dalle 10.00 alle 19.30 (orari del Museo). La mostra sarà visitabile fino a domenica 2 giugno 2019.

***

Come si comprende dai Codici, che raccolgono tutti i suoi disegni ed i suoi pensieri, e come testimoniano i suoi dipinti, siamo in presenza di una mente rivoluzionaria che ha anticipato i tempi in ogni campo dello scibile umano. A 500 anni dalla morte, Italia e Francia in primis, e molti altri stati in tutto il mondo, lo celebrano con un ricco calendario di eventi. Ecco perché anche una piccola realtà come la nostra cercherà di contribuire a rendere omaggio alla sua grandezza con questo progetto artistico.

Per Leonardo da Vinci la pittura è “un atto mentale”, è un mezzo per capire e rappresentare la complessità del “vero visibile”. Egli eseguì poche opere pittoriche, ma in esse si rivelò artista di supremo livello, in grado di elaborare idee rivoluzionarie, come lo sfumato, la prospettiva aerea, la fisiognomica dei vari personaggi, idee, queste, destinate a svilupparsi nelle opere di Raffaello e degli artisti delle generazioni successive.

Biglietto: ingresso libero.

Eventuali recapiti specifici dell’evento: MuMa – Galata Museo del Mare di Genova – tel. +39 010 251 4760 (Staff) / +39 010 251 2435 (Relazioni Esterne).

Pubblicistica: Realizzati invito e locandina dell’evento, che si allegano.

Patrocini: Regione Liguria – Comune Metropolitano di Genova – MuMA Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni – Galata Museo del Mare – Associazione Promotori Musei del Mare e della Navigazione onlus – Solidarietà e Lavoro – Costa Edutainment Experience – SanPaolo Invest – Cafè Matteotti Albenga – MoMart Guest House Andora – Circolo Artistico-Culturale “Amici nell’Arte” noprofit.

Curatori e critici: Curatore artistico Pierluigi Luise – Critico d’arte Francesca Bogliolo – Direttore tecnico Mario Fantaccione.

Artisti: Maidè Aicardi – Balàzs Berzsenyi – Cesare Botto – Ella Callegaro – Luigi Canepa – Pietrina Cau – Mario Dabbene – Maria Pia Demicheli – Brenda Estrada – Fabrizia Fantini – Augusto Garau – Michel Guerin – Guro Håkensen – Domen Lombergar – Caterina Massa – Veronique Massenet – Maurizio Moncada – Francesco Pellicanò – Ylli PLAKA – Giovanni Proietto – Carmen Spigno – Luisa Tinazzi.

Foto: “Codici. Leonardo. Un mare di invenzioni” realizzata da Pascal McLee.

Condividi su