I fiori eduli RaveraBio da lunedì all’Ortofrutticola di Albenga

Il grande momento è arrivato, dopo tre anni di prove, esperimenti, certificazioni, i fiori eduli di RaveraBio, vengono commercializzati non solo agli chef che, ormai da tempo, hanno scoperto i sapori entusiasmanti dei fiori 100 per cento biologici dell’azienda ingauna, ma anche al grande pubblico, dando agli chef casalinghi l’opportunità di utilizzare il piccantino della begonia, il dolceamaro della salvia, la piacevole asprezza agrumata della begonia e via dicendo, un vero e proprio mondo da scoprire e utilizzare nel piatto.

La presentazione ufficiale è avvenuta questo pomeriggio all’OrtoShop dell’Ortofrutticola di Albenga, a Bastia per la precisione. E proprio all’OrtoShop, da lunedì, ci sarà un refrigeratore dove verranno esposte per la vendita le vaschette con i fiori eduli. E in attesa di un ricettario che spieghi le “ricette base” per l’utilizzo dei fiori eduli, lo chef Giuseppe De Fecondo (ristorante St. George di Borghetto, locale elegante oltre che di grande valore gastronomico), ha presentato alcuni finger food dove i fiori sono protagonista con il pesce ed altre eccellenze. Ma tranquilli, anche sui dolci i fiori eduli possono essere utilizzati, come ha dimostrato Simone Rupil, pasticcere di Alassio, che i petali li usa anche per sorprendenti marmellate, nonchè per pasticcini e torte che definire golose è poco. La curiosità, tra la clientela che all’OrtoShop era andata per fare la spesa a chilometro 0 o poco più, è stata tanta, e lo scetticismo è stato spazzato via dagli assaggi. Comprese le bevande a base di begonia o geraneo. Silvia Parodi e il marito Marco Ravera, eredi di due storiche famiglie di agricoltori ingauni, sono ovviamente soddisfatti: “Non è un punto di arrivo, ma di partenza. In tre o quattro anni abbiamo sviluppato un progetto innovativo dal punto di vista della produzione, ora mettiamo sul mercato un prodotto innovativo, siappur antico, buone e sano. Ci crediamo, la presenza nel punto vendita dell’Ortofrutticola, assieme ad eccellenze come le verdure della Piana, i formaggi delle Alpi Liguri, le farine antiche e molto altro, è il primo passo”, dicono brindando con una bibita fatta col succo di geraneo”.

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...