I sommelier Ais ad Alassio con Franciacorta assieme a Christopher Cross, Kid Creole e Earth Wind and Fire

Christopher Cross, Kid Creole and the Coconuts, Earth Wind and Fire saranno i protagonisti della seconda edizione di “When We Were Kids”, la manifestazione organizzata ad Alassio (da un’idea folle di Giampiero Colli) il 6 ottobre. Musica, ma anche cibo e vini. Tra i protagonisti dell’evento ci saranno anche i sommelier dell’Ais, l’Associazione italiana sommelier.

 

“Si, ci saremo anche noi, faremo servizio per conto del Consorzio del Franciacorta, partner ufficiale per la parte vino”, commenta Giancarlo Alfano, che con me condivide la passione per la Juve e, soprattutto, guida con dinamismo la delegazione Ais di Savona. I sommelier saranno in via Roma per gestire l’area di mescita nelle tre bouvette destinate a Franciacorta Brut, Satèn e Rosé, mentre altri colleghi saranno impegnati all’Hotel Aida per la cena di gala. Per i sommelier Ais l’ennesima occasione di promuovere il mondo del vino che, in questi anni, sta crescendo in maniera esponenziale, e i sommelier sono professionisti capaci di portare il sapere dei produttori al grande pubblico. La Delegazione savonese, quella guidata dall’amico Alfano, ha oltre 200 soci, mentre a livello regionale (il presidente è Alex Molinari) gli iscritti sono oltre 1200, 40 mila a livello nazionale. Tra i “miti” dell’associazione Marco Rezzano, di Framura, responsabile della formazione, e Augusto Manfredi, di Pieve di Teco, consigliere regionale e punto di riferimento per generazioni di giovani sommelier. La delegazione savonese sarà impegnata, nei prossimi mesi, con i corsi dei vari livelli per formare nuovi professionisti, e appuntamenti per promuovere i vini, non solo liguri. Si comincia lunedì 8 con una giornata dedicata ai vermentini a Finale Ligure, si proseguirà nelle prossime settimane con masterclass dedicati ai vini della Val d’Aosta, della California e del Sud Africa, mentre l’anno prossimo saranno dedicati a chianti, barolo e champagne. Appuntamenti che questo blog seguirà per i lettori (è un lavoro duro, ma qualcuno deve farlo…)  

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...